Le scuse ai tifosi ma la società non blinda Garcia

“Gli allenatori e i giocatori vengono valutati per i risultati, ma non domenica dopo domenica” dice il DG Baldissoni

di Redazione, @forzaroma

Meglio tardi che mai avranno pensato in molti. Eh sì perchè, come evidenzia Francesca Ferrazza su La Repubblica, le scuse ai tifosi da parte della Società arrivano a tre giorni dalla disfatta di Barcellona. Ci pensa Mauro Baldissoni. intervenendo alla radio ufficiale. «Abbiamo provato imbarazzo — l’ammissione del dg giallorosso — quella partita può essere definita solo imbarazzante e ce ne dispiace. Posso chiedere scusa ai tifosi, soprattutto a quelli che erano presenti allo stadio. Ci hanno dato una dimostrazione importante, tenendo loro alta la bandiera della Roma, perché la squadra non ci è riuscita, e, per questo, chiediamo scusa».

Analizzando il momento ha aggiunto «La squadra dimostra di avere ogni tanto delle cadute inaspettate. Evidentemente non è maturato il processo di crescita che ci aspettiamo, ma ora dobbiamo solo accantonare, senza dimenticare, quanto successo. C’è voglia di rivalsa e faremo bene contro l’Atalanta».

Poi la difesa di Garcia, che, in realtà, troppo difesa non sembra. «Gli allenatori e i giocatori vengono valutati per i risultati, ma non domenica dopo domenica. Ogni partita non può far cambiare il giudizio su un allenatore, poi, alla lunga, ognuno sarà responsabile dei risultati che porterà». Della serie, non pensiamo a un esonero a stagione in corso, ma, al termine del campionato, valuteremo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy