Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Repubblica

La vita da mediano di Faticanti

Getty Images

Un giovane cresciuto con Daniele De Rossi negli occhi, modello da raggiungere e, perchè no, magari superare

Redazione

La storia di Giacomo Faticanti ha inizio ad oltre 100 chilometri da Roma, a Sora dove con la maglia dell’Atletico muove i suoi primi passi in un campo di calcio. Da lì a Frosinone, poi nell'U15 a Tanrivermis (sezione giallorossa) e infine capitano del Ravenna U17 campione d'Italia.

“Una vita da mediano, a recuperar palloni” è il verso della canzone di Ligabue che Andrea Di Carlo (La Repubblica) ha preso in prestito per presentare al meglio chi, già nel nome, ha il senso del sacrificio e del lavoro.

Già dalla scorsa stagione il passaggio in pianta stabile in Primavera, nonostante fosse sotto età, agli ordini di mister De Rossi, con il quale gli piace confrontarsi, chiedere consigli su come migliorare i suoi fondamentali e gli aspetti del gruppo. Gli osservatori di tutta Italia continuano a monitorare con grande attenzione, lui non vede altro che la Roma.

Perché oltre a tanta qualità e quantità, Faticanti è uomo squadra: sempre positivo con i compagni, ha mostrato sin da subito un grande senso di appartenenza. Ricambiato dal club, che lo ha blindato fino al 2023. Lui, cresciuto osservando il suo idolo De Rossi, ora lavora con il papà, sognando la Serie A. Alzando ogni tanto lo sguardo in lontananza per sbirciare il lavoro di Mourinho, Faticanti è pronto a confermare in campo tutte le sue qualità. Da mediano tuttofare, esattamente come De Rossi.