La marcia dei tifosi sul Campidoglio e all’Olimpico insulti per Grillo e Raggi

I supporters giallorossi si sono dati appuntamento sotto al Campidoglio per manifestare la propria vicinanza a Pallotta

di Redazione, @forzaroma

Oggi un «no» della Raggi, se mai verrà pronunciato, rischia di rendere la vita della sindaca un inferno di insulti, come quelli irripetibili che ieri sera le sono piovuti addosso dai distinti sud. I cori sono la conferma che sul tema stadio si gioca gran parte del consenso cittadino. Ieri sulle radio e sui social i tifosi hanno iniziato a contarsi. «Domani (oggi, ndr) tutti in Campidoglio». Per sostenere il presidente James Pallotta, alle prese con una trattativa che può indirizzare le sorti del club. Anche Spalletti ieri si è schierato nuovamente: «Non ci stupiamo se poi Pallotta se ne andrà ma solo allora capiremo quello che avremo perso».

I tifosi della Roma promettono di essere centinaia, effetti del tam tam su Facebook: «Mai sola mai – si legge nel messaggio che da ieri compare su decine e decine di profili – la Roma e i proponenti saranno in Campidoglio per l’ennesimo incontro venerdì. È il momento della verità, chi ha disponibilità e tempo venga sotto il Campidoglio per far sentire la propria voce e per non lasciare sola la Roma. Ma soprattutto per non abbandonare i nostri sogni. Copia e incolla il messaggio – ecco la prescrizione per i confratelli – fallo girare e condividilo sulla tua bacheca». Un altro post prova a smuovere i cuori grillini: «Ancora oggi ascoltiamo dichiarazioni piene di luoghi comuni e strafalcioni da parte di chi dovrà decidere il futuro di un investimento così importante per la città di Roma. Che possiamo fare? Nulla. O forse no… perché possiamo utilizzare proprio il mezzo a cui loro tanto tengono tanto: i social». Parole che saranno scandite oggi a Palazzo Senatorio dai tifosi al vertice decisivo.

(L. D’Albergo)

Caricamento sondaggio...
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy