La Lega all’Assocalciatori: stipendi congelati

La Serie A è pronta a congelare gli stipendi da marzo a giugno in caso non si torni a giocare, ma l’Aic chiede un taglio al massimo di due mesi

di Redazione, @forzaroma

Oggi la Lega di Serie A comunicherà all’Aic che se non si tornerà a giocare gli stipendi da marzo a giugno saranno congelati. Un segnale univoco ai giocatori, per dissuaderli dall’intraprendere azioni legali contro i club. L’Aic – scrive ‘La Repubblica’ – chiede due cose. La prima: che il taglio sia al massimo di due mesi, non quattro. La seconda: che parte dei soldi risparmiati sia reinvestita nel sostegno a campionati minori e calcio femminile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy