Keita, appello ai tifosi: “Non abbandonateci, abbiamo bisogno di voi”

Il maliano è uno di quelli che può definirsi “campione”, uno che nello spogliatoio ha un peso importante, e che può permettersi di fare un appello ai circa trentamila che stasera saranno all’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

Piuttosto indicativo del momento vissuto dalla Roma il fatto che durante la conferenza stampa non sia stata fatta neanche una domanda legata alla gara di stasera contro la Fiorentina. All’interno del ritorno degli ottavi di finale d’Europa League (all’andata è terminata 1-1) prevale infatti il significato da ultima spiaggia rappresentato dall’evento, rispetto al valore sportivo della stessa.

“Questo è il momento più difficile della stagione – ammette Keita davanti ai cronisti – ma abbiamo la possibilità di vincere e cambiare le cose. D’altra parte il calcio è fatto di alti e bassi, ma i campioni nei momenti di difficoltà alzano la testa”.

E Keita è uno di quelli che può definirsi “campione”, uno che nello spogliatoio ha un peso importante, e che può permettersi di fare un appello ai circa trentamila che stasera saranno all’Olimpico. [wp_bannerize group=”banner_interno_articoli” random=”1″] “Abbiamo bisogno dei nostri tifosi, a loro dico di non abbandonarci, ma di sostenerci perché loro rappresentano il club. Io ora sono qui, ma domani potrei essere da un’altra parte, o smettere di giocare. La Roma invece ci sarà sempre, così come i suoi tifosi”. Parole sentite, che trovano il consenso di Garcia, in conferenza insieme al maliano.

Il tecnico ribadisce, argomentandolo, il concetto di dover tirare le somme a fine stagione. “Finché i giocatori mi seguono, continuerò a inseguire il sogno di vincere qui, in questa piazza che è forse la più difficile del mondo. Mi conoscete male se pensate che mi arrendo al primo momento di difficoltà. Il giorno in cui mi sentirò un peso e non sarò più utile al club, mi farò da parte”. La Roma ha intanto rinnovato il contratto per altri tre anni, fino al 2018, ad Alberto De Rossi. L’allenatore della Primavera ha appena raggiunto con i suoi ragazzi la semifinale della Youth League, battendo il Manchester City (2-1).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy