Il mio braccio libero: De Rossi e Gomez alla guerra di fascia

Il mio braccio libero: De Rossi e Gomez alla guerra di fascia

I capitani ribelli della prima giornata sono loro due e nessun altro, perché anziché “piegarsi” al bracciale unico disposto dalla Lega, hanno scelto di indossare una fascia propria, personalizzata

di Redazione, @forzaroma

Nel calcio italiano si può discutere pure sulla fascia di capitano, scrive Matteo Pinci su La Repubblica. Chissà se ne parleranno pure Daniele De Rossi e il Papu Gomez lunedì, quando si ritroveranno da avversari al centro del campo dell’Olimpico con Roma e Atalanta. I capitani ribelli della prima giornata sono loro due e nessun altro, perché anziché “piegarsi” al bracciale unico disposto dalla Lega ( con il sostegno tra l’altro dei loro rispettivi club), hanno scelto di indossare una fascia propria, personalizzata.

Per convincere De Rossi servirà pazienza e una piccola opera diplomatica: da Milano è partita una telefonata che ha raggiunto Trigoria dove magari gli faranno presente che sì, insomma, non sarebbe male mettere la fascia uguale agli altri. In ogni caso pure lui pare ben disposto, complice forse l’idea di una multa per divisa non regolamentare del giudice sportivo: ché per il primo turno ha optato per l’indulgenza, “ma adesso non ve ne approfittate” . Ma per i Pallotta’s non sarebbe una novità, visto che già qualche anno fa fecero i conti con Rudi Garcia e le sue comunicazioni via walkie talkie con la tribuna, che costavano ammende settimanali.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy