Heinze, il leader della difesa. Bloccato il brasiliano Dodò

di Redazione, @forzaroma

(La Repubblica – F.Ferrazza) A lui si aggrappano, giovani e meno, per districarsi nei movimenti difensivi di un reparto che nelle ultime due gare è riuscito a non prendere gol.

Gabriel Heinze e il suo continuo dialogo con Luis Enrique, alla ricerca di un compromesso tra le idee del giovane tecnico e del difensore più esperto al momento a disposizione. L’argentino non è al meglio, ieri ha lavorato in palestra, insieme a De Rossi, per il fastidio all’anca rimediato contro il Genoa, ma non sembra essere in dubbio per la gara con il Milan

La presenza di Heinze, a San Siro, sarà fondamentale per dare equilibrio al più giovane collega Kjaer, e a tutta la squadra, uomo in più di un reparto che ascolta si Luis Enrique, ma molto le indicazioni del ruvido collega. In tutto questo il lavoro con i giovani della Roma è stato premiato da Futebol Finance, un sito specializzato nell’analisi economica delle squadre di calcio: Bojan, Lamela e Pjanic fanno parte della classifica dei 30 migliori giocatori under 21 del mondo. Sedicesimo Bojan, diciottesimo Lamela, numero ventisei Pjanic.

E i giovanissimi sono destinati ad aumentare visto che la Roma ha bloccato il brasiliano Dodò, esterno sinistro del Corinthians, classe ‘92. Il ragazzo arriverebbe svincolato e in queste ore sarebbe già nella capitale per svolgere le visite mediche, fondamentali visto che è reduce dalla rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. La linea verde caratterizza le scelte romaniste. Sabatini nelle prossime ore volerà in Sudamerica

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy