Fallisce l’Opa di Friedkin, azionisti delusi

Si va all’aumento di capitale. Dzeko positivo. Totti solidale via social: “Vieni a casa mia”

di Redazione, @forzaroma

Ore complicate in casa Roma, tra il fallimento dell’Opa lanciata dai Friedkin e la positività al coronavirus di Edin Dzeko, scrive FRancesca Ferrazza su La Repubblica.

Il capitano della Roma non potrà indossare domani a Genova la maglietta dedicata per l’occasione a Gigi Proietti, costretto all’isolamento e a saltare anche gli impegni della sua nazionale. “Grazie Mandra’”, ci sarà scritto sulla casacca bianca, che verrà poi messa all’asta per fini benefici. «Non ho sintomi particolari e con il cuore sarò con i miei compagni », ha fatto sapere su Instagram l’attaccante, che verrà sostituito in campo da Borja Mayoral. Immediata la solidarietà social di Francesco Totti, anche lui in isolamento per Covid, ma con sintomi. “Daje bomber, vie a casa mia. Giocamo io e te”, ha risposto l’ex numero dieci, dimostrando di aver ritrovato almeno un po’ di buonumore.

Buonumore che per il momento non hanno i Friedkin, almeno sul fronte dell’organizzazione societaria, visto che è per il momento fallito uno dei loro principali obiettivi: l’uscita dalla Borsa del club (i Friedkin detengono l’86,6 % acquistato da Pallotta). Nell’ultimo giorno utile per l’Opa – lanciata a 0,1165 euro ad azione – sono infatti risultate pochissime le adesioni (hanno raggiunto solamente l’1,674% del capitale, con gli azionisti delusi per il prezzo offerto). Per il delisting sarebbe stato necessario arrivare al 95% totale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy