Eichberg premiata: “Voleva la tutela di Tor di Valle”

L’ex soprintendente del ministero dei Beni culturali propose il vincolo, poi decaduto, sull’ippodromo

di Redazione, @forzaroma

Margherita Eichberg, ex soprintendente del ministero dei Beni culturali e attualmente in forza al Segretario generale del ministero, come riportato nell’edizione odierna de “La Repubblica”, ha ricevuto dall’Associazione Ranuccio Bianca Bandinelli l’omonimo premio dedicato a chi di distingue per la tutela del patrimonio culturale italiano: a febbraio, avviò l’iter per il vincolo sull’ippodromo di Tor di Valle, poi decaduto a giugno dopo il suo trasferimento.

In particolare, l’obiettivo erano le tribune dell’ippodromo, ritenute una struttura importante per l’architettura: “È l’edificio in cemento armato con maggior sbalzo al mondo per tipologia strutturale”, spiegava otto mesi fa la Eichberg al momento della proposta di vincolo sull’area individuata per lo stadio della Roma. A giungo poi, dopo il suo trasferimento, l’iter per bloccare la demolizione dell’opera di Julio Lafuente decade ed il Comune a guida grillina approva la dichiarazione di pubblico interesse. “Anche nella località di Tor di Valle – si legge nelle motivazioni per la consegna del premio – l’architetto Eichberg ha potuto constatare come propri atti, rivolti ad assicurare la tutela, siano stati vanificati da atti simmetrici ma opposti”. 

(S. Giuffrida)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy