Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Repubblica

È davvero una colpa essere quarti dopo 11 giornate?

Getty Images

Una cosa è certa: la rosa della Roma, per qualità e quantità, è inferiore non soltanto a quella di squadre che le sono davanti, ma pure ad alcune che ora le sono dietro

Redazione

Interrogativi d’inizio novembre. Essere al quarto posto in classifica, in compagnia dell’Atalanta, e davanti a Lazio e Juventus, può essere per la Roma motivo di tiepida soddisfazione oppure è la triste sintesi di un campionato che poteva (doveva?) essere migliore? In soldoni, scrive Mimmo Ferretti su La Repubblica,la Roma sta facendo piuttosto bene o piuttosto male? José Mourinho ha azzeccato qualcosa o sta sbagliando tutto? Andiamo per ordine, mettendo da parte (a fatica…) rigori dati e/o non dati nelle ultime settimane. La Roma è al quarto posto nonostante quattro sconfitte in undici gare, e questo vuol dire che, pur non avendo prodotto meraviglie, è a pochi passi dal podio. Merito suo o demeriti altrui? Il campionato italiano è equilibrato oppure scarso? Forse un po’ l’uno e un po’ anche l’altro. Una cosa, comunque, è certificata: la rosa della Roma – per qualità e quantità – è inferiore non soltanto a quella di squadre che le sono davanti, ma pure ad alcune che ora le sono dietro. Ecco perché la valutazione del lavoro di Mourinho può prestarsi a diverse, opposte interpretazioni: con quelli che aveva (ha) a disposizione, ha prodotto quello che poteva (doveva?) produrre o non ha aggiunto alcun valore al gruppo? Chi gli rinfaccia di far giocare sempre gli stessi, e di aver sistematicamente messo in tribuna quattro o cinque pezzi, dovrebbe porsi una domanda: con quei quattro o cinque in campo, la Roma sarebbe più su del quarto posto? Non esiste controprova, vero. Ma, poi, è davvero una colpa stare dopo undici giornate al fianco dell’Atalanta e davanti a Lazio e Juventus?