Dzeko re dell’Olimpico. Per Strootman e il Ninja niente nazionali

Domani all’Olimpico arriva il Bologna: il bosniaco ha segnato in tutte e cinque le gare di A giocate dalla Roma in casa. Dopo arriva la sosta, provvidenziale per Spalletti per recuperare al meglio le condizioni fisiche di alcuni giocatori

di Redazione, @forzaroma

La prima doppietta europea con la maglia della Roma rinvigorisce Edin Dzeko, che finora ha realizzato ben dodici gol stagionali: attuale capocannoniere del campionato, il bosniaco ha segnato in tutte e cinque le gare di A giocate dalla squadra giallorossa all’Olimpico (6 i gol fatti). È proprio in casa che Edin ha ritrovato se stesso, scrive Francesca Ferrazza su “Repubblica“. Snocciolando altri numeri, ben otto delle reti stagionali la Roma le ha fatte nell’ultimo quarto d’ora. Dato al quale aggiungere che, al contrario, la squadra emiliana, ne ha subite sette proprio nella stessa porzione finale di partita.

Dopo la gara di domani sera, arriverà la sosta del campionato, questa volta davvero provvidenziale. Infatti Spalletti, oltre a poter assorbire per buona parte l’emergenza difensiva – rientreranno Manolas e Palmieri, mentre Fazio già domani potrebbe essere a disposizione – potrà lavorare sulle condizioni fisiche di alcuni giocatori. Vedi Strootman e Nainggolan. I due centrocampisti non sono stati convocati da Olanda e Belgio perché non al meglio della condizione. Strootman era tornato con la schiena a pezzi dopo la scorsa sosta, mentre il ct del Belgio, Martinez, spiega così l’esclusione di Radja: «Credo che abbia bisogno di focalizzarsi sul suo club e di giocare partite per riguadagnare uno stato ottimale di forma fisica. Non ci sono problemi, ho parlato con il ragazzo, è stato il primo a sapere la mia decisione. Non vedo l’ora di vedere come migliorerà per raggiungere il suo massimo livello».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy