Dzeko, ora con Fonseca è convivenza forzata. Ma a giugno può chiedere la rescissione

Nonostante sia tornato a giocare, il futuro del bosniaco potrebbe non essere a Roma

di Redazione, @forzaroma

Il futuro di Edin Dzeko potrebbe essere lontano da Roma nonostante la tregua armata con Fonseca. Come scrive Matteo Pinci su Repubblica.it, a renderlo nervoso è, tra le tante cose, l’essere stato spogliato della fascia di capitano: ieri l’ha vista passare dal braccio di Cristante a quello di Mancini, un ragazzo alla seconda stagione da romanista, mentre lui sta per completare il sesto anno. A giugno potrebbe chiedere la risoluzione consensuale del contratto, se arrivasse un’offerta pari allo stipendio da 7,5 milioni netti che gli garantisce la Roma. I Friedkin hanno detto apertamente alla squadra che l’allenatore della Roma è e resta Fonseca. Non è intoccabile, ma finché la squadra manterrà un rendimento da zona Champions non sono disposti a metterlo in discussione. Per il futuro, si vedrà. Intanto dovrà riconquistarsi in allenamento il posto da titolare, che ieri è toccato ancora a Borja Mayoral.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy