Difra ci riprova: ancora turnover e il jolly Florenzi

A fine agosto la chiacchierata tra il mister e il numero 24: Alessandro afferma di sentirsi ormai un terzino, il tecnico lo credeva più interno di centrocampo. Ma ora ammette: “La mia percezione su di lui è cambiata”

di Redazione, @forzaroma

Sono cinque i volti nuovi della Roma attesi all’Olimpico contro l’Udinese (ore 15) rispetto alla vittoria di Benevento. Tra questi, il ritorno di Florenzi da terzino destro. Ecco l’altra novità di Di Francesco: “La mia percezione su di lui è cambiata. Ha una capacità impressionante di poter agire ovunque. Penso a un ruolo ideale, ma non lo dico“. È di fine agosto la chiacchierata tra il mister e Florenzi: in quel momento Alessandro afferma di sentirsi ormai un terzino. Partire da dietro gli permette di avere più campo ed è lì che pensa di poter raccogliere il meglio in chiave Nazionale. La carriera giallorossa di Florenzi, del resto, non mente: con 52 partite su 184 totali, il ruolo di esterno basso è il più gettonato, sottolinea Fiori su “Repubblica“. Proprio come avvenuto contro il Verona e come verrà riproposto con l’Udinese.

Lo stesso Di Francesco ormai si è convinto, senza dimenticare che Karsdorp è ancora fermo ai box: “Con lui non voglio avere fretta”. Florenzi il terzino, all’occorrenza anche ala, ma sempre meno interno di centrocampo. Eppure è in quella zona che il tecnico pensava di utilizzarlo, prima del confronto di fine agosto. A sinistra, Di Francesco non ci pensa neanche a rinunciare a Kolarov: «Giocheranno entrambi», con Dzeko inserito nel discorso. Al turnover, però, Eusebio non ci rinuncia: Fazio lascerà il posto a Manolas (farà coppia con Juan Jesus), mentre a centrocampo si rivedranno sia De Rossi che Nainggolan. Confermato Perotti nel tridente, Defrel è il candidato numero uno per l’out destro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy