La carica di Iturbe: “Con Iago Falque nessuna rivalità”

L’attaccante argentino non sembra intanto preoccupato della concorrenza in campo “L’arrivo di Iago Falque è una cosa positiva per noi, è un ottimo giocatore e il mister farà la scelta su chi sta meglio”

di Redazione, @forzaroma

“Presto arriveranno giocatori nuovi, dobbiamo migliorare in alcuni ruoli e proveremo ad aumentare il numero delle punte e dei terzini, sperando di riuscire a portarli a Giacarta”. La conferma degli obiettivi di mercato della Roma arriva dal direttore generale, Mauro Baldissoni, all’interno di una chat con i tifosi asiatici, organizzata in vista della tournée indonesiana. Un centravanti e un esterno basso da far arrivare al più presto alla corte di Garcia, che nella festa di benvenuto a Pinzolo ha sottolineato, con il sorriso, come al momento l’unico acquisto sia quello di Iago Falque.

Il tecnico aspetta di sapere quale sarà la rosa a sua disposizione prima di parlare pubblicamente di obiettivi, mentre ha deciso di riaffidarsi a un “team building” per unire il gruppo, riportando i suoi, due estati dopo, a fare rafting. Assenti Totti, Maicon, Strootman, Gervinho e Florenzi, che sono rimasti a lavorare con Norman. Ed è proprio il nuovo preparatore atletico a spiegare la sintonia trovata con Garcia. «L’intesa tra noi non potrebbe essere migliore, sono certo che continueremo su questa strada. Ci integriamo intervallando degli scatti con dei lavori di finalizzazione. Serve molta comunicazione».

Non sembra intanto preoccupato della concorrenza in campo, Iturbe. «L’arrivo di Iago Falque è una cosa positiva per noi, è un ottimo giocatore e il mister farà la scelta su chi sta meglio. Poi ci sono anche Gervinho e Ljajic (e Ibarbo ndc). Sono arrivato dal Verona un anno fa con tanta voglia di dimostrare ma penso di aver sbagliato, dovevo andare più piano. Spero quest’anno di iniziare bene». Per Sabatini è stato demolito da critiche e aspettative,ma Iturbesembra non dare troppo peso a quello che lo circonda. «Non do retta a quello che mi circonda. Sono forte anche di testa perché anche quando stavo male, ho lavorato forte». Sulle ambizioni della Roma, poi. «Inter e Milan si stanno rinforzando, sarà ancora più difficile quest’anno. Noi stiamo facendo bene col preparatore, ma speriamo arrivino altri giocatori».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy