Borriello cerca una squadra. E Zeman vuole un terzino

di Redazione, @forzaroma

(La Repubblica – F. Ferrazza) – Ultimo giorno di mercato: la Roma corre contro il tempo per piazzare Borriello e inserire in rosa un altro esterno basso. Queste dovrebbero essere le mosse di Sabatini, salvo imprevedibili colpi di scena, con Zeman che intanto a Trigoria continua a preparare la trasferta di Milano. Potrebbe soddisfare entrambe le esigenze del club giallorosso il passaggio di Borriello alla Fiorentina, a fronte di uno scambio con il terzino Cassani, vecchia conoscenza di Sabatini che l’ha avuto al Palermo. La pista si è però raffreddata in serata, Montella non sembrerebbe entusiasta di tornare ad allenare il bell’attaccante e il Genoa potrebbe approfittarne inserendosi nelle ultime ore. Sempre d’attualità, ma poco gradite al giocatore, le piste estere, con Borriello che è volato ieri a Milano proprio per trovare una sistemazione adatta. Oltre a Cassani, resta forte l’interessamento della Roma per l’esterno Jung dell’Eintracht Francoforte, che arriverebbe in prestito oneroso di un milione di euro, con diritto di riscatto già fissato a quattro milioni. Si vedrà. In extremis potrebbe essere fatto un tentativo per dare a Zeman un esterno d’attacco al posto di Bojan. Sarebbe Marco Sau, attaccante del Cagliari allenato da Zeman due anni fa al Foggia, per il quale però Cellino non sembra disposto ad accettare offerte. Sembra essersi raffreddata anche la pista che porta a Giuseppe Rossi. «Rimarrà al Villareal per altri cinque mesi — fa sapere il manager del ragazzo — credo che questa fosse l’ultima occasione per i club italiani di prenderlo».

 

La Roma non se l’è sentita, rinviando semmai il discorso a gennaio. Intanto a Trigoria Zeman è costretto a fare i conti con le assenze. Dopo quella di Bradley, che resterà fermo un mese e mezzo, non si è allenato Pjanic. Non sembrano gravi le condizioni del bosniaco, alle prese con un affaticamento muscolare al polpaccio, ma nella partitella del giovedì pomeriggio, svolta con le telecamere del Romachannel spente per non svelare segreti tattici, il boemo ha provato con De Rossi, Tachtsidis e Florenzi. Ci sarà sicuramente Osvaldo che, alle telecamere di Sky ammette che «dell’Inter temo Palacio» e che «La Roma è cambiata molto rispetto alla scorsa stagione, vedremo se riusciremo a fare bene. Il mio gol in rovesciata? Ho guardato subito il guardalinee per paura che me lo annullasse». A margine di una giornata assorbita dalle indiscrezioni di mercato, il club giallorosso ha diramato un comunicato per smentire le voci che vorrebbero Dodò vicino a un altro intervento chirurgico al ginocchio operato poco meno di un anno fa. Ancora incerti, però, i tempi di recupero per il brasiliano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy