Baldini: “Il progetto va avanti”. Luis Enrique: “Non so cosa farò”

di Redazione, @forzaroma

(La Repubblica – F.Ferrazza) – «Il progetto va avanti, non è fallito, non posso sottrarmi alle mie responsabilità».

Franco Baldini non si arrende, intenzionato a rilanciare la sua Roma all´indomani delle dimissioni ufficiali di Luis Enrique. «Già dopo la partita con la Fiorentina aveva manifestato con certezza il suo intendimento, sono io che gli ho chiesto di lasciarci a bagno maria. Ma il suo non è stato un fallimento: volevamo fare un certo calcio con lui e nelle statistiche della Lega, che parlano della qualità del gioco, la Roma è prima nel possesso palla e nella supremazia territoriale. Il fallimento è più percepito alla fine per l´andamento altalenante del campionato».[…]

«So che la società americana vuole investire ancora per far tornare grande questa squadra – continua Baldini a Sky – era il loro proposito sin dall´inizio e non credo si possano tirare indietro dopo aver speso già tanti soldi per sanare la situazione debitoria della Roma. Montella? Non abbiamo ancora contattato nessuno».[…]

«Intanto lunedì ci sarà un Cda nel quale non tutti sono contenti del mio operato e per questo rimetterò il mio mandato al loro giudizio, nel senso che, pur avendo un contratto di quattro anni, se non sono contenti, saluto e me ne vado. E non vuol dire dare le dimissioni, perché paradossalmente sarebbe come premiarmi in una maniera che in questo momento non merito». A Trigoria Luis Enrique, che oggi consumerà la conferenza d´addio prima della partenza per Cesena, ha ricevuto il Tapiro di ‘Striscia la Notizia´. «Questo è l´unico premio che vinco a Roma – sdrammatizza l´asturiano – non so cosa farò adesso, forse tornerò a Barcellona, o forse resterò a Roma, ormai conosco perfettamente il raccordo anulare. Mi piace la carbonara, la pizza e il tiramisù. Il mio rapporto con Totti? Dovete chiederlo a lui».[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy