Tovalieri: «Una stagione da applausi»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista) Non basta la lunga chiacchierata con Bruno Conti a far sbollire la rabbia di Sandro Tovalieri,

e nemmeno quella con il figlio Simone, uno dei tanti ex Primavera spettatori d’eccezione a Buonconvento (oltre a Paolo Di Gioacchino, venuto a vedere il fratello minore Luca, si è visto anche Stefano Okaka).

(…) «C’è tanto rammarico, innanzitutto per la prestazione contro la Lazio: i ragazzi stavano bene in campo, nonostante facesse un gran caldo, avevano creato delle buone occasioni e sfiorato il vantaggio con Ferrante e Mazzitelli che non hanno trovato la porta. Nel secondo tempo il gol subito ha condizionato tutto, però la squadra è stata comunque brava a non mollare. Solo che le notizie sull’Inter arrivavano. Forse sarebbe cambiato qualcosa se l’arbitro avesse concesso il rigore su Ferri, ma ormai i giochi erano fatti». Resta il bilancio di una stagione passata a inseguire: «Qui a Chianciano abbiamo fatto tre buone gare, nonostante non partissimo certo con il favore del pronostico. Ai ragazzi posso solo fare un applauso, sono stati straordinari e non solo in questa settimana, ma tutto l’anno. Purtroppo ci è mancata la ciliegina sulla torta della qualificazione in semifinale e ce ne torniamo a casa con tanto rammarico. Ma il calcio è fatto così e a loro servirà anche questo».

Tovalieri si concede un sorriso solo quando analizza nel complesso la stagione della sua squadra: «La crescita non sta a me giudicarla, c’era la società a vederci e le valutazioni spettano a loro. Io credo che questo gruppo abbia dimostrato di essere pronto per salire di categoria e mi auguro di aver fatto un buon lavoro anche con l’inserimento sotto età di tanti ’96. Sotto questo punto di vista sono strafelice».
VM

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy