Reja: «Non fischiate Candreva»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – F.Urbisaglia) – «Sto bene, ho preso una botta forte alla caviglia, ma ora sto meglio.

Va tutto bene. Se ci sarò al derby? Vediamo. Se lo deciderò ancora io? Vediamo». Con questa parole ieri il centravanti biancoceleste Miroslav Klose ha tranquillizzato i propri tifosi, a dir poco preoccupati dopo la botta subita dal giocatore durante l’amichevole tra la sua nazionale e la Francia. Klose, le cui dichiarazioni sono state accompagnate da sorrisi compiaciuti, ci sarà. «Il nostro obiettivo è centrare la Champions – ha aggiunto il tedesco – siamo consapevoli che non sarà semplice, ma per farlo dovremo vincere questa partita. La Roma? E’ un ottima squadra, con giocatori di assoluto valore e che possono metterti in difficoltà in qualsiasi momento. Paura? Assolutamente no, altrimenti non farei il calciatore».

Dopo aver deciso la stracittadina dello scorso ottobre, interrompendo un’egemonia giallorossa durata ben cinque derby, alla sola idea che potesse non essere tra gli undici di domenica i tifosi laziali, già disperati per le innumerevoli assenze, avevano trascorso la notte insonne. Il peso specifico dell’ex giocatore del Bayern di Monaco è ben noto nell’ambiente biancoceleste e, in particolar modo, a Edy Reja, che sta provando di tutto per rimettere insieme i cocci di una rosa letteralemente falcidiata dagli infortuni. Intento a far buon viso a cattivo gioco, «l’uomo derby», come fu rinominato da Totti prima della gara d’andata, lavora intensamente sul campo e fuori per provare a presentare la squadra nelle condizioni psico-fisiche migliori. Rientrati tutti i nazionali (Gonzalez, Klose e Hernanes), a due giorni dalla stracittadina il tecnico goriziano è preoccupato dalle condizioni di Konko, che ieri non si è allenato, e Radu, che ha concluso la riabilitazione a Cesenatico ma resta in forte dubbio. Il terzino francese proverà sino all’ultimo a recuperare, ma la decisione finale verrà presa all’ultimo minuto. Più no che sì invece per il rumeno. Continua intanto la campagna di riabilitazione dell’immagine per il neo-arrivato Candreva, ripudiato dai tifosi biancocelesti per la sua dichiarata fede giallorossa. Reja ha invitato la tifoseria a smettere di contestarlo: «Non fischiatelo». […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy