Primavera, la finale è gratis

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – D.Galli) – «Quest’anno abbiamo messo in cantiere tantissime cose. E per la bontà che hanno portato, credo che sia giusto riproporle e potenziarle per la prossima stagione».

Cose come il voucher (anche) per i non tesserati, i prezzi ribassati per Curve e Distinti, il botteghino all’Olimpico e il fan village. L’ultima novità sono i tagliandi gratis di Tribuna Tevere per il ritorno della finale di Coppa Italia Primavera con la Juve, giovedì prossimo: dalle 12 di domani se ne possono ritirare al massimo 4 nei Roma Store. A Radio Ies, dove è intervenuto martedì notte, il capo della biglietteria Carlo Feliziani evita di fare elenchi. Sarebbe poco elegante. Non tanto per se stesso o per la Roma. Quanto per gli altri. Tutti gli altri. A cominciare da quei club che adesso scopiazzano liberamente il modello virtuoso. Cioè noi. La Roma. Più che di una battaglia contro la tessera, Feliziani parla di una serie iniziative adottate per far risparmiare i romanisti, indipendentemente dal possesso della tessera:

La Roma ha un’idea, la porta avanti, viene osteggiata dal resto di quel mondo che dietro cela interessi economici. E poi accade come nelle favole: la Roma vince, il male perde. Il male. Cioè gli altri. «Non abbiamo mai mollato la presa – racconta Feliziani – perché ritenevamo di essere nel giusto. Questa era un’iniziativa che ci ha dato il la per altre iniziative. La bontà era evidente, ma era una cosa talmente nuova e rivoluzionaria che c’era bisogno di tempo per poterla comprendere meglio. Ci siamo mossi nei vari ambiti in cui ci potevamo muovere e alla fine questo ha pagato, perché di fronte all’evidenza non si poteva andare avanti nella negazione completa». Feliziani non replica all’ex ministro Maroni, secondo cui con la fidelity card, e non più con la tessera del tifoso, vincono gli ultras e quelle società come la Roma che non accettano le regole: «Francamente non vorrei replicare, ma mi allineo assolutamente alle parole di Fenucci. In buona sostanza noi pensavamo che questo fosse uno strumento a vantaggio di tutti i tifosi, senza dividerli in tifosi di Serie A e B. La vita del tifoso non è facilissima tra documenti e verifiche e tutte le iniziative sono andate nella loro direzione». Ma cosa ha portato e cosa ha tolto la tessera? «Sono conti complicati da fare. Se prendiamo gli stessi dati delle precedenti campagne abbonamenti, c’è un impatto forte dall’introduzione della tessera e si registra un evidente calo». (…)

Ricapitolando. La Roma continua sulla strada tracciata. Anche se il polverone sollevato l’altro giorno dalla notizia, poi rivelatasi falsa, di un addio alla tessera del tifoso, ha riportato sull’attenti il Viminale. Il Capo della Polizia, Antonio Manganelli, ha annunciato che in futuro la tessera servirà sempre per trasferte e abbonamenti. Ieri, Manganelli è tornato sull’argomento. Ma solo per confermare che di quello si trattava: di una non-notizia. «Non so quale imbecille abbia messo in giro la voce che la tessera del tifoso cambiava. La tessera del tifoso resterà quella che è oggi. La caratteristica della fidelity card è insita nella tessera del tifoso». Ora Maroni si tranquillizzerà. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy