Obiettivi: una punta, un centrale

di finconsadmin

(Il Romanista – V. Meta) – Un centravanti e un difensore centrale in entrata, Marco Borriello e forse anche Nicolas Burdisso in uscita. Queste le mosse della Roma da qui ai prossimi quattro giorni, gli ultimi della sessione estiva di mercato, che si chiuderà lunedì alle 23 e fino all’ultimo potrebbe tenere aperte diverse piste per Walter Sabatini.

L’attacco, innanzitutto. Sfumato Alessandro Matri (è in dirittura d’arrivo l’affare fra Juventus e Milan sulla base di dodici milioni di euro), il ds sta lavorando sui fronti stranieri: l’arrivo di Eto’o potrebbe convincere il Chelsea ad abbassare le pretese per il senegalese Demba Ba, le cui quotazioni negli ultimi giorni sembrano comunque essere scese. Non salgono nemmeno quelle di Bafetimbi Gomis, francosenegalese classe ’85 in rotta con il Lione, fresco di eliminazione ai preliminari di Champions, e seguito con attenzione anche dal Newcastle. Il suo contratto scade a giugno 2014, l’attaccante non intende rinnovarlo e vorrebbe andare via. Il prezzo del cartellino non è vertiginoso (si parla di 8-9 milioni di euro, comunque una minusvalenza per il Lione che nel 2009 l’ha pagato 13 milioni al Saint Etienne) e la Roma sarebbe destinazione più che gradita per Gomis, sempre in doppia cifra nelle sue quattro stagioni alla Gerland. Sabatini ci sta pensando, anche perché a Trigoria vogliono che chiunque arrivi non faccia ombra a Mattia Destro (che sta meglio e potrebbe mettersi a disposizione di Rudi Garcia con un po’ di anticipo rispetto alle previsioni). Il ds aspetta segnali da Londra, dove l’arrivo di Eto’o ha portato a sei il parco attaccanti di Mourinho (oltre al camerunense ci sono Torres, Lukaku, Schurlle, Moses e Demba Ba). L’idea del ds sarebbe di prendere il senegalese in prestito, formula che a Stamford Bridge finora hanno finora sempre escluso. […]

 

Capitolo difensore. Qui la cessione eccellente sarebbe quella di Nicolas Burdisso, che finora con Rudi Garcia non è riuscito a ritagliarsi molto spazio. Il nome più suggestivo è sempre quello di Davide Astori, non fosse che dopo il fallimento della trattativa con il Napoli, il presidente Cellino sembra averlo tolto dal mercato. La valutazione del cartellino è piuttosto alta (almeno 12 milioni) e sul giocatore è forte anche l’interesse del Milan, ma la situazione è tutta in divenire. L’altro nome è quello del francese Sakho, che però il presidente del Paris Saint-Germain vorrebbe tenere a tutti i costi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy