Montella: «Per me sarà speciale»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Vercillo) Quella con il Catania non è mai stata una sfida come tutte le altre.

Un dogma valido anche e soprattutto per la gara di oggi, e in particolare per i due allenatori. Vale per Luis Enrique, che oggi potrebbe guidare per l’ultima volta la Roma all’Olimpico. Ma vale soprattutto per Vincenzo Montella, che torna in quello stadio dopo poco meno di un anno. Torna per la prima volta come ex. Ma soprattutto, torna come uno tra i possibili eredi del progetto giallorosso, cominciato con il tecnico spagnolo. «Non sarà una partita come le altre. All’Olimpico ci sono già tornato per giocare contro la Lazio, ma contro la Roma vivrò emozioni diverse» ha confermato lo stesso Vincenzo Montella.

(…)Novanta minuti fondamentali per capire se il presente si potrà fare da parte per far spazio ad un passato, che potrebbe farsi addirittura futuro. Nel poco tempo avuto a disposizione lo scorso anno, l’Aeroplanino era riuscito a risollevare un ambiente e una squadra col morale a terra dopo la gestione Ranieri.

E pur fallendo la qualificazione alla Champions aveva fatto intravedere tutte quelle potenzialità sbocciate poi a Catania. E oggi il club rossoblù ha solo 5 punti in meno della Roma, avendo speso però 10 volte meno. Nove anni, uno scudetto, 102 gol e il debutto da allenatore, prima nei Giovanissimi Nazionali e poi in prima squadra.

Un riassunto forse un po’ breve per un legame intenso come quello tra Montella e il mondo giallorosso. Un mondo che comprende anche i tifosi, che questa sera accoglieranno l’Aeroplanino tra applausi e cori nostalgici. Un mondo a cui il tecnico del Catania non ha mai detto veramente addio. Montella torna a Roma ogni volta che può: è nella capitale che ha ancora gli affetti più stretti, ed è la capitale che ha scelto come città natale per il bambino che aspetta con la sua compagna, che partorirà quest’estate. A domanda diretta, l’Aeroplanino risponde con umiltà: «Un ritorno sulla panchina della Roma? Fanno anche nomi più importanti del mio». Ma a una chiamata da Trigoria difficilmente direbbe di no.(…) «I giallorossi hanno un organico importante e penso che Totti voglia festeggiare le sue 500 presenze in maniera particolare» ha ammesso il tecnico.

Contro la Roma, il Catania dovrà rinunciare a Spolli, indisponibile per squalifica. Al centro, al fianco di Legrottaglie, andrà Bellusci che lascerà il ruolo di terzino destro a Marco Motta, con Marchese sul lato opposto. A centrocampo Izco, Lodi ed Almiron. In attacco sarà riproposto dal primo minuto il tridente Barrientos-Bergessio-Gomez. In panchina: Vincenzo Montella, per la seconda volta (e forse anche l’ultima) nelle vesti del nemico

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy