«Abbonamenti per le famiglie»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – D.Giannini) – «Cerchiamo di ritrovare i numeri di 3 o 4 anni fa».

Il giorno dopo la presentazione della campagna abbonamenti per la stagione 2012- 2013, il responsabile della sicurezza e della biglietteria della As Roma, Carlo Feliziani, fissa gli obiettivi delle iniziative introdotte per il prossimo campionato. «Quando si inizia una campagna abbonamenti si spera sempre di raggiungere degli obiettivi – ha detto intervenendo a Rete Sport -. Noi cerchiamo di ritrovare i numeri di 3-4 anni fa».

Insomma a Trigoria ci si aspetta un sostanzioso incremento degli abbonamenti. In questo senso l’effetto Zeman potrebbe giocare a favore, come certamente potranno farlo le iniziative portate avanti dalla società. A partire dal fatto di far cominciare la campagna in grande anticipo rispetto al passato. «Questo elemento salta agli occhi – ha spiegato Feliziani -. Gli anni scorsi i tifosi si sono lamentati per il fatto che non ci fossero i tempi per informarsi ed abbonarsi, considerando anche le vacanze in quel periodo particolare. Così facendo, invece, daremo la possibilità a tutti quelli che vorranno di abbonarsi».

Altro fattore innovativo, anche se nel solco di quanto fatto già nella seconda parte del campionato appena concluso, è quello della possibilità di abbonarsi senza bisogno di sottoscrivere la Privilege Card. ovvero la tanto discussa tessera del tifoso. «Sì. L’anno scorso abbiamo fatto un percorso per avvicinarci a questa nuova realtà, quindi abbiamo varato il voucher elettronico. Quest’anno lo proponiamo per chi non volesse sottoscrivere la Privilege, che comunque dà diritto ad altri vantaggi quali la trasferta e sconti, oltre che altre iniziative che vareremo. E’ una tessera che viene rilasciata a vista, non c’è attesa». E poi gli abbonamenti per le famiglie. Con il settore dei Distinti nord dedicato a questa categoria: «E’ un’iniziativa a cui tengo molto, lo abbiamo fatto soprattutto per riavvicinare le famiglie allo stadio a prezzi accessibili e in un ambiente più sicuro e controllato». Questione prezzi.

Tra le novità introdotte c’è anche l’unificazione della Tribuna Tevere. Nel senso che non ci sarà più la distinzione tra quella Laterale e quella Centrale. Si unificheranno di conseguenza anche le tariffe, con il risultato che da una parte si spenderà meno per stare nei posti migliori, ma dall’altra non si potrà scegliere di accontentarsi di quelli un po’ meno buoni pur di spendere un po’ meno. «Diciamo che quando si fanno queste operazioni, c’è sempre una parte di tifosi che va a pagare un pochino di più, mentre altri qualcosa in meno – ha concordato Feliziani -. Molti tifosi potranno però migliorare la loro visibilità con una spesa tutto sommato contenuta, passando dalla Laterale alla Centrale». Aspetto questo sul quale Feliziani è tornato anche in un intervento a Radio Ies: «Abbiamo fatto delle valutazioni particolari, che cercano di abbracciare i bisogni di tutti. Noi in Tevere abbiamo 3.000 abbonati, la maggior parte dei quali Centrali, quindi abbiamo pensato di unificare le cose e dare la possibilità di vedere meglio ai tifosi abbonati alla tribuna Laterale non pagando un grossa differenza. Quindi invece di 250, ne paga 125 in più. In questi casi è inevitabile che ci sia qualcuno che ci guadagna e qualcuno che ci perde. Siamo dispiaciuti».

E il cambio nominativo? «E’ una prassi facilissima da realizzare. Dipende dalla tipologia di abbonamento che si vuole utilizzare. Se si ha un abbonamento con tessera Privilege, è necessario che la persona a cui si vuole cedere il posto sia possessore di un’altra As Roma Privilege Card. L’importante è che non sia un abbonamento speciale ridotto, perché in questo caso non si può cedere né per una partita né per una stagione intera. Faremo degli omaggi under 14 in alcuni settori a giro, i cui biglietti si troveranno negli As Roma store».[…]

Centro Servizi che sarà organizzato da Eric Solem, altro uomo cardine del ticketing romanista. Intervenendo a Teleradiostereo, Solem ha spiegato ulteriormente i passi che si stanno facendo a Trigoria per riavvicinare la gente allo stadio: «Stiamo facendo un sacco di lavoro, ieri (mercoledì, ndr) abbiamo fatto l’annuncio e la Campagna parte oggi (ieri, ndr) alle 15 presso i Roma Store. L’anticipo rispetto al passato sui tempi? E’ stato fatto per un paio di motivi. Vogliamo cominciare a dare molti più servizi ai tifosi e dare più tempo per abbonarsi. Stiamo costruendo diverse nuove cose all’interno e abbiamo anticipato per essere pronti. Stiamo correndo tanto, ma con soddisfazione». Ieri dunque è partita la prelazione: «Sì, solo per gli abbonati però. Per le prossime due settimane. Dal 15 la vendita libera». Poi sul rapporto il più possibile diretto che la Roma sta cercando di instaurare con i propri tifosi: «Sto costruendo un team che vorrei chiamare Centro Servizi As Roma. Non siamo separati dalla squadra, i tifosi dello stadio sono importanti, stiamo cercando di fare passi in avanti per i servizi dei tifosi. Trovare soluzioni ad ogni problema. Uno dei primi passi è stato la lettera inviata agli abbonati per avvicinarci ai tifosi.[…]».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy