José Angel: “Vogliamo l'Europa”

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – C.Zucchelli) «La Roma è una squadra che sta crescendo di giorno in giorno e ora, dopo gli ultimi risultati, aspira a ottenere un posto in Europa per la prossima stagione. Ma non sarà facile».

Titolare per la terza volta di fila, José Angel è uno di quei giocatori da cui la Roma si aspettava un cambio di marcia. Non ha fatto cose strabilianti, ma piccoli miglioramenti ci sono. (…) E magari continuando a giocare potrà continuare a ritrovare ancora quella fiducia che ha smarrito negli ultimi mesi: «Questo è un anno di transizione per me come per altri giocatori giovani che sono arrivati qui (…) Non è certamente facile adattarsi ad un campionato come la Serie A. Le esigenze del campionato italiano sono enormi e non sono consentiti errori. Ogni squadra, come stiamo vedendo in questa stagione, può causare problemi. Il gioco in Italia, richiede una grande forza fisica, concentrazione e una mentalità competitiva».

Sulle sue prestazioni in campo, Jose Angel spiega: «L’inizio della mia stagione è stata molto positiva. Ho giocato fin dall’inizio, ma poi sono stato costretto ad una pausa dopo il cartellino rosso contro il Cagliari. La concorrenza in squadra è molto alta, e mi sono alternato sulla fascia sinistra con Rodrigo Taddei. E ’una sana competizione che mi aiuta a crescere come giocatore professionista». Da qualche gara, però, lo spagnolo che dopo la partita è andato a cena con Bojan e il suo ex allenatore allo Sporting Gijon, ha riconquistato il posto in squadra da titolare: «Sono molto contento di come stanno andando le cose in questa ultima parte della stagione (…) Le ultime partite contro Lazio, Palermo e Genova erano molto difficili e mi hanno permesso di continuare a migliorare e dare il mio contributo. Durante questo periodo mi sono reso conto di quanto chiedono i tifosi della Roma. Sono molto attenti all’evoluzione dei giocatori, critici quando le cose non vanno bene, ma anche molto generosi quando il lavoro è positivo. E i tifosi sono sempre nei miei pensieri ogni volta che esco dal campo».

I tifosi sono anche nei pensieri dei suoi compagni che, come lui, dovevano dare una risposta. Il primo era Simon Kjaer: Palermo e Genoa, 0 gol subiti. E, anche nel suo caso, una fiducia che sembra tornare partita dopo partita. Sabato a Milano il test più probante: «Grazie ai tifosi – ha scritto su Twitter il danese – è stata una grande vittoria. Abbiamo lavorato molto sulla difesa: con successo! Grazie alla Curva Sud e all’ Olimpico per il grande supporto alla nostra magica As Roma! Ora vogliamo un posto in Europa! Forza Roma ». Un posto in Europa lo vorrebbero anche Marquinho e Greco, altre due note positive della vittoria contro il Genoa. Il loro futuro però è tutto da decifrare perché il primo è in prestito dalla Fluminense e dovrà essere riscattato mentre il secondo, nonostante un fresco rinnovo di contratto, potrebbe lasciare Trigoria. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy