E con il Genoa ritroverà Bertolacci

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Meta) – Florenzi-Genoa, atto terzo. Il conto alla rovescia per la sfida di Marassi potra iniziare ufficialmente solo quando sarà conclusa l’operazione Under 21, eppure per Florenzi il profumo della gara con i rossoblù è già nell’aria. Un po’ perché nel ritiro dell’Italia ci sono due degli avversari che troverà al Ferraris (Ciro Immobile e il terzino del ’92 Mario Sampirisi), un po’ perché un po’ di Roma è già a Genova, si chiama Andrea Bertolacci e con Florenzi sono cresciuti insieme. Vite parallele di due ragazzi che il loro sogno l’avevano realizzato già quando si sono infilati per la prima volta la maglia della Roma – e non avevano ancora dodici anni. Nei Giovanissimi Nazionali facevano a gara per un posto in panchina, Bertolacci arrivò a pensare di mollare tutto e tornarsene a giocare con gli amici, Florenzi mai. […]

 

Nello stadio in cui tra meno di dieci giorni si ritroveranno da avversari, Bertolacci e Florenzi hanno vissuto una delle serate più amare della loro giovane carriera, perché per portare a casa la Coppa bastava un pareggio, ma la Roma di D’Alessandro, Brosco e Crescenzi non aveva fatto i conti con Boakye (autore di una doppietta nel Sassuolo giusto sabato scorso) e ad alzare il trofeo fu Andrea Signorini, capitano del Genoa di seconda generazione. Florenzi era in campo e uscì fra i più delusi, Bertolacci rientrava quella sera da un infortunio e non poteva essere al meglio, sei mesi più tardi avrebbe lasciato il posto in cabina di regia all’amico Alessandro per raggiungere a Lecce il suo allenatore di oggi, Gigi De Canio. […]

 

La terza volta di Florenzi contro il Genoa sarà tutta un’altra storia, perché stavolta il palcoscenico è quello della Serie A e dall’altra parte troverà, oltre all’amico di una vita e ai compagni di Under 21 anche un compagno di scudetto come Giammario Piscitella. Bertolacci ha segnato alla Juve a Torino, Florenzi all’Inter a Milano, tutti e due all’Olimpico con la maglia giallorossa, ma Andrea con quella sbagliata. Le vite parallele stanno per trovare un’estemporanea convergenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy