Bradley se ne va, arriva Berisha

di finconsadmin

(Il Romanista – P.A.Coletti) La Roma degli americani vende il suo unico giocatore statunitense. Michael Bradley è un giocatore del Toronto F.C. La squadra canadese verserà nelle casse giallorosse 8 milioni di euro più eventuali bonus su future amichevoli tra le due società. Un’offerta irrinunciabile per la Roma, che avrebbe tenuto volentieri il centrocampista anche dopo l’arrivo a Trigoria di Radja Nainggolan, e per il giocatore. Il Toronto pagherà a Bradley uno stipendio di 3 milioni netti all’anno per cinque anni con opzione sul sesto. Il giocatore, che ieri è stato escluso all’ultimo dalla lista dei convocati di Roma-Sampdoria, è pronto a tornare negli Stati Uniti dopo dieci anni vissuti professionalmente in Europa.

 

 

La conferma della chiusura dell’affare è arrivata nel primo pomeriggio di ieri direttamente dall’agente del calciatore. «Non so se la Roma l’abbia ufficializzato – ha detto a Radio Radio Alberto Faccini -, diciamo che le cose sono andate avanti bene. Il ragazzo ha fatto questa scelta, il Toronto in due giorni ha chiuso la trattativa». In America Bradley è considerato un simbolo del “soccer”, un punto fisso della nazionale a stelle e strisce e uno dei migliori giocatori americani di sempre. Per questo, nell’anno che porta al Mondiale, il centrocampista ha scelto di tornare a giocare nella Major League Soccer. «C’è un progetto importantissimo nei suoi confronti – ha detto il suo agente -, è stato fatto un investimento tra i più costosi degli ultimi anni. Ha valutato con sofferenza ma la scelta è stata dettata da alcuni movimenti di mercato. Senza aspettare il 31 ha valutato di seguire questo percorso anche per aiutare la crescita del calcio americano».

 

 

La spinta decisiva l’ha data indubbiamente l’arrivo di Radja Nainggolan a Trigoria. «Michael è stato al suo posto sempre, non ha mai parlato – ha confermato Faccini -. Si sentiva un giocatore importante, poi è cambiata la scala di valori. Ci sono state tantissime richieste anche da club di Serie A. Ma questa è una scelta dettata dall’apprezzamento verso la lega e il calcio americano. Dopo 10 anni d’Europa è voluto ritornare negli States. Una scelta amara, ma fatta con il cuore. La Roma fino all’ultimo ha ribadito l’incedibilità, questa è stata una sua scelta».

 

 

IN ENTRATA Dopo Nainggolan, che ieri ha già esordito, Paredes e Sanabria (entrambi andranno in prestito per sei mesi prima di arrivare ufficialmente a Trigoria) ecco Valmir Berisha. Il profilo è di quelli graditi al ds giallorosso Walter Sabatini. Attaccante svedese di origini albanesi, classe ’96, capocannoniere nell’ultimo Mondiale Under 17, nel mirino dei più importanti club europei. Berisha attualmente è legato all’Halmstads da un contratto giovanile e si può liberare, secondo le norme federali, pagando circa 360mila euro. La Roma si è mossa subito e avrebbe offerto al giovane attaccante un contratto fino al 2018, quattro anni e mezzo di contratto per bruciare la concorrenza di Sunderland e Tottenham. «Ancora non sono stato a Roma, ma so che i giallorossi mi vogliono – ha commentato ieri lo stesso Berisha a ForzaRoma.info -. Un mio arrivo a gennaio? Se mi offrono un buon contratto è possibile, ma sono inseguito anche da altri club sia in Italia che in Europa. La Roma sarebbe un’ottima ipotesi, verrei molto volentieri. Il mio idolo? Zlatan Ibrahimovic, ovviamente». Il suo agente, Anders Karlsson, ha confermato che il suo assistito «si trasferirà sicuramente a gennaio».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy