Bojan-Osvaldo: A testa alta

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Vercillo) «Penso che abbiamo fatto una grande partita, con tanti sacrifici.

Poi è andata male per episodi in cui non siamo stati fortunati». Pablo Daniel Osvaldo è soddisfatto della prestazione della Roma contro il Milan: «E’ vero che abbiamo tirato poco in porta ma io mi sento di aver dato il massimo e di aver fatto bene» ha detto l’italo-argentino al termine della partita. Gol a parte, l’amarezza per i tre punti persi a San Siro non manca: «È chiaro che sono amareggiato. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio del Milan ma loro con queste pallonate ci hanno messo in difficoltà e noi non siamo stati bravi a tenerli lontano dalla nostra porta. Io in campo do sempre tutto: il gol mi fa piacere ma nel risultato non conta. Io e miei compagni dobbiamo uscire a testa alta».

L’incubo dell’andata si è ripresentato anche nella gara di ritorno: la doppietta di Zlatan Ibrahimovic. «Per questo Milan è quasi tutto. Credo sia uno dei giocatori più forti del mondo. Per il club di Milano è troppo importante, e si è visto» ha ammesso Osvaldo. Il pensiero del terzo posto c’è ancora nella mente dell’attaccante, che però mette le mani avanti: «Cercheremo di vincere tutte le partite, poi vedremo alla fine. Cosa ci è mancato oggi? Dovete chiederlo al Mister, noi ce l’abbiamo messa tutta. Ci sono stati episodi sfortunati, ma nel primo tempo abbiamo anche giocato meglio di loro. Il Milan ha giocatori che ti fanno pagare le distrazioni, non so cos’è mancato…».

Secondo Bojan Krkic a mancare è stata solo un po’ di fortuna, «soprattutto dopo l’1-1: a quel punto il gol era più vicino per noi. È stato un peccato. Non meritavamo la sconfitta, è un risultato ingiusto. C’è stata solo una grande differenza in campo: Ibrahimovic. Il rossonero è uno dei più forti al mondo, che può fare la differenza quando vuole. Oggi ha segnato due gol ed è stato importantissimo».(…)«Mi sento bene, mi alleno tanto ogni giorno. Quando il Mister mi dà l’opportunità cerco di fare il massimo».

Sulle migliorie che la Roma deve operare Bojan non ha dubbi: «C’è da cambiare qualcosa sia in fase difensiva sia in quella offensiva. Per quanto riguarda questa sconfitta rimane il dispiacere, potevamo pareggiare. Ma dobbiamo avere fiducia: siamo sulla buona strada, vogliamo finire bene la stagione e daremo tutto in queste ultime 9 partite». Il terzo posto non è solo un’utopia: «Nel mondo del calcio si deve giocare fino alla fine. Noi crediamo ancora che riusciremo a raggiungere la Champions League». Immancabile un riferimento alla sfida di Champions League tra Milan e Barcellona (…): «E’ un altro mondo, due grandi squadre. Può succedere di tutto.Sono due squadre fortissime e San Siro non è un campo facile. Sarà una bella partita».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy