Allievi, di male in pareggio

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Meta) – Il terzo derby della stagione finisce come i primi due, solo che stavolta è come se Roma e Lazio avessero perso entrambe: l’1-1 di Buonconvento non serve a nessuno

, perché nell’altra gara del girone l’Inter batte 3-1 la Samp e se ne va in semifinale insieme ai blucerchiati. […]

Se la Roma aveva bisogno di vincere, ancora di più ne aveva la Lazio, che doveva anche sperare che l’Inter non facesse altrettanto contro la Samp. Eppure l’avvio della squadra di Inzaghi è tutt’altro che arrembante e ci vogliono quasi venti minuti per vederla superare la propria metà campo. In compenso la Roma ci prova con il solito Ferrante, anticipato da Filippini sul cross di Minicucci. Risponde la Lazio con una punizione di Tommasone, di testa va a staccare Mazzei, la palla finisce fuori. Il festival dei rimpianti per la Roma comincia al 23’: Masciangelo si accentra e serve Mazzitelli, bel pallone morbido in area per un liberissimo Ferrante, che tutto solo davanti a Di Piero riesce a calciare fuori con il sinistro.

Alla mezz’ora ci prova Mazzitelli dalla distanza, il destro è buono ma Di Piero non si fa sorprendere, un paio di minuti dopo il centrocampista ci riprova su assist di Ferrante, ma la palla non ne vuole sapere di entrare. La Lazio si fa vedere solo a ridosso dell’intervallo con una conclusione di Lombardi sull’esterno della rete. L’avvio di ripresa sembra un incubo: all’8’ Romagnoli appoggia indietro per Tassi, il dribbling su Paterni non va come dovrebbe e l’attaccante è libero di involarsi verso la porta vuota e depositare in rete un gol che sa di beffa. Per la Roma è un colpo pesantissimo e già dopo un paio di minuti il portiere è bravo a farsi trovare pronto sulle conclusioni dello stesso Paterni e di Liardo. Al 20’ Di Piero in uscita artiglia i polpacci di Ferri, ma l’arbitro lascia proseguire, poi Tovalieri mette in campo tutte le punte a sua disposizione e anche un improvvisato Romagnoli centravanti, ma dal campo dell’Inter arrivano notizie poco confortanti: il pareggio di Curto al quinto minuto di recupero è buono solo per mantenere l’imbattibilità nei derby. Tutto il resto è rimpianto.

ROMA-LAZIO 1-1

ROMA (4-3-3): Tassi; Nanni, Di Gioacchino, Romagnoli, Masciangelo (36’st Adamo); Mazzitelli, Calabresi, Catania (13’st Verde); Ferri (37’st Curto), Ferrante, Minicucci (16’st Damiani). A disp. Zonfrilli, Sammartino, N’dah, Battaglia, Musto. All. Tovalieri

LAZIO (4-3-3): Di Piero; Pollace, Mazzei, Filippini, Marin; Silvagni (28’st Sterpone), Pace (1’st Parmense), Crecco (40’st Di Bagno); Giordano (1’st Paterni, 34’st Carta), Lombardi (32’st Bianchi), Tommasone (1’st Liardo). A disp. De Angelis, Murgia. All. Inzaghi

ARBITRO:Rapuano di Rimini

MARCATORI: 8’st Paterni (L), 45’st Curto (R)

NOTE: ammonito Nanni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy