Verso taglio e spalmatura di quattro stipendi

C’è un principio di accordo per una decurtazione, il 60% dell’ingaggio di marzo per i giocatori, ma il club vorrebbe allargare a tutto il mese

di Redazione, @forzaroma

Parola d’ordine: aiutare. Anche Paulo Fonseca, blindato in casa con moglie e figli, si allinea: “Sono orgoglioso del club – racconta a Sky -. Non abbiamo solo raccolto soldi, siamo al fianco dell’ospedale Spallanzani. Abbiamo comprato mascherine e gel per mani, prodotti alimentari. È incredibile per me”. Aiutare il club vorrà dire tagliare gli stipendi, scrive “Il Corriere della Sera”. C’è un principio di accordo per una decurtazione (il 60% dell’ingaggio di marzo per i giocatori, ma il club vorrebbe allargare a tutto il mese) e la spalmatura di altri tre mesi negli anni di contratto rimanenti per ciascun calciatore: “Dobbiamo essere sensibili – è la posizione di Fonseca —: è un momento difficile per tutti e noi siamo pronti ad aiutare. Ho un dialogo continuo con i giocatori. Controlliamo il peso e l’alimentazione. Difficile dire adesso se questa stagione finirà, la salute è la cosa più importante. Giocare in estate? Se ci sono le condizioni è importante finire il campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy