Verdone, Amendola, Mannoia, Cuccarini: l’urlo sui social

I vip scatenati per la qualificazione della Roma alle semifinali di Champions League. Gianna Nannini si è infilata la storica maglia giallorossa con il 10 di Francesco Totti e ha intonato con passione Notti magiche

di Redazione, @forzaroma

È un sogno, nun ce credevo, però Nerone ce credeva, sì Nerone sì… oddio che serata…. me sta a partì la pompa davero, famme ferma’”. Interpretazione memorabile quella di Carlo Verdone, cuore giallorosso che martedì sera dopo il gol di Manolas ha battuto così forte da costringerlo a interrompere la registrazione del video di giubilo postato, per la gioia dei fan, su Facebook. Per la cronaca, poi, ieri mattina poi l’attore e regista ha rassicurato tutti sulle sue condizioni di salute. Ai cori e caroselli per le strade di Roma nella notte magica come non mai del 10 aprile si sono uniti quelli, tnatissimi, via social a cui hanno partecipato con gioia fanciullesca tifosi notissimi. Un selfie affollato per Claudio Amendola, direttamente dall’Olimpico, in mezzo ai 60 mila di Roma-Barcellona, con gli amici e colleghi Edoardo Leo, Ricky Memphis e Max Giusti, rilanciato via Twitter: «Riky Edo Max #giallorossi dentro».

Come riporta “Il Corriere della Sera”, non poteva mancare Antonello Venditti all’appello social dei tifosi. In cantautore, padre di quello che è diventato l’inno ufficiale della società giallorossa, ha affidato a Facebook una diretta, da un salotto popolato da amici, con una Grazie Roma intonata a capella, con qualche esitazione iniziale sul testo e l’intonazione. Emozione canaglia, certo. “Il senso di Grazie Roma stasera è perfetto ci abbiamo creduto, abbiamo pianto, i miracoli succedono”.

Serenata con dedica anche da una non romana, Gianna Nannini. In occasione della tappa del suo tour al Palalottomatica, la cantautrice senese si è infilata la storica maglia giallorossa con il 10 di Francesco Totti e ha intonato con passione Notti magiche.

(S. Ulivi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy