Strootman duro: “Una vergogna”

L’olandese: “È una questione mentale, manca la fiducia e la responsabilità. Nel primo tempo è stato come giocare in 11 contro 14, dobbiamo lavorare forte per tornare al nostro livello e tutti devono assumersi le proprie responsabilità”

di Redazione, @forzaroma

La critica più dura, a fine partita, è arrivata da Kevin Strootman. “In quattro anni – la sua analisi – non ho mai visto una partita del genere in casa nostra. Il primo tempo è stato una vergogna, nel secondo abbiamo dato tutto, ma dovevamo giocare per tutta la partita in quel modo”. Il centrocampista olandese, come scrive Gianluca Piacentini sul Correre della Sera, ha le idee chiare. “È una questione mentale, manca la fiducia e la responsabilità. Nel primo tempo è stato come giocare in 11 contro 14, dobbiamo lavorare forte per tornare al nostro livello e tutti devono assumersi le proprie responsabilità”.

L’autocritica è totale: “A me piace aiutare i miei compagni, ma se gioco in questo modo non posso aiutare nessuno. Lo ripeto, è una questione di fiducia, che si può riprendere solo con una vittoria o una grande partita. Dobbiamo guardarci allo specchio, tutti sanno dove devono migliorare. Dopo la sosta dobbiamo riprenderci”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy