Stipendi, pronti i tagli del calcio

Stipendi, pronti i tagli del calcio

Si procederà per fasce di reddito ma serve una normativa ad hoc del governo

di Redazione, @forzaroma

Sempre più certa che la stagione non conclusa, la Serie A ha un piano per arrivare al taglio degli stipendi: coinvolgere nel discorso le Leghe europee e sollecitare l’Uefa per mirare ad un risparmio del 30% degli emolumenti, scrive “Il Corriere della Sera”. Nella giornata di oggi la Lega invierà alla Figc la documentazione per fronteggiare la crisi: tra i 12 punti stilati in agenda è presente anche l’ipotesi di una parziale defiscalizzazione sul costo degli ingaggi e un fondo di garanzia per chi guadagna poco. Nei piani non rientra il chiedere soldi al governo. Il taglio degli stipendi sarà pensato per fasce di reddito. Per la sua attuazione serve, però, una normativa ad hoc del governo. La Serie A, inoltre, vuole chiedere all’Uefa una sorta di regolamento trasversale, coinvolgendo il sindacato europeo dei calciatori (Fifpro). L’Aic, intanto, prende tempo. Tommasi ha fatto già sapere che gli atleti non si tireranno indietro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy