Salvini: “Sgravi fiscali per chi schiererà meno stranieri”

Il Vice-Premier: “I club che fanno giocare i giovani vanno premiati. Ne parlerò con Giancarlo Giorgetti”

di Redazione, @forzaroma

“Io davvero vorrei premiare le squadre che fanno giocare i giovani. Ne parlerò con Giancarlo Giorgetti…”. Matteo Salvini, è poco ma è certo, ama il calcio.

Se qualcuno gli domanda, di pallone proprio non riesce a non parlare, come riporta il Corriere della Sera. L’occasione gliel’aveva fornita su un piatto d’argento il c.t. della Nazionale Roberto Mancini. Che lunedì scorso aveva lanciato il suo appello vibrante: “I giovani italiani sono forti e devono giocare, dobbiamo dar loro fiducia. Mai come in questo momento ci sono stati così pochi italiani che giocano”.

Musica per le orecchie di Matteo Salvini. Che anche qui può declinare il suo “prima gli italiani”. “Sono felice che anche altri importanti esponenti del mondo del calcio mi diano ragione. Occorre un limite al numero di giocatori stranieri in campo. Proprio per poter dare spazio e fiducia a tanti giovani italiani che altrimenti vengono sacrificati”.

Il vicepremier proporrà al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, l’appassionatissimo di calcio Giancarlo Giorgetti, di “premiare dal punto di vista fiscale le squadre che investono sui nostri giovani”. Anche perché, prosegue Salvini, “esiste un mercato di minorenni stranieri su cui campano i procuratori che, anche dal punto di vista morale, non mi sembra una cosa bellissima”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy