Sabatini-Zeman, vertice all’Eur

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) Si sono incontrati nel solito ristorante ristorante in zona Eur,

che è ormai diventato una sorta di quartier generale per Walter Sabatini. Il d.s. giallorosso e Zdenek Zeman ieri hanno dato vita ad un vero e proprio summit di mercato, durato circa tre ore, in cui hanno cominciato a costruire la Roma del futuro. «Abbiamo tempo », aveva dichiarato due giorni fa il boemo durante la conferenza stampa di presentazione. Non così tanto però.

La squadra si radunerà il 3 luglio, tra meno di un mese, e il 5 partirà per il ritiro di Riscone di Brunico. Entro quella data c’è molto da fare, soprattutto per quanto riguarda il mercato in uscita: c’è da sfoltire la rosa e da sistemare gli esuberi, che gravano sul monte stipendi. Soprattutto di questo hanno parlato il d.s. e il tecnico – più rilassato e sorridente rispetto a quello visto il giorno prima a Trigoria – che insieme hanno analizzato la rosa giallorossa nome per nome, ruolo per ruolo, cercando di capire dove intervenire. Chi va e chi resta, insomma, ma anche chi arriva. Zeman – sabato il canale «Espn classic»manderà in onda il film-documentario «Zemanlandia », dedicato al boemo – ha fatto le sue richieste e non è un mistero che al primo posto ci sia il regista, visto che Daniele De Rossi con ogni probabilità tornerà a fare l’interno di centrocampo: il nome di Verratti è quello più caldo, anche se da Pescara sia il presidente Sebastiani sia l’agente del giocatore fanno sapere che il prossimo anno il giocatore resterà lì.

Dell’altro gioiellino pescarese, Lorenzo Insigne, ha parlato il suo procuratore. E la sua è stata una decisa apertura nei confronti della Roma. «Difficile che resti a Pescara, lo avrebbe fatto se fosse rimasto Zeman. La società giallorossa per Lorenzo sarebbe una prima scelta a prescindere dalla presenza del boemo, con lui lo è ancora di più. Il discorso però riguarda la Roma e il Napoli».

Sabatini ha fatto le sue proposte: il d.s ha in mano alcuni giocatori che sono stati bloccati – Dodò, Castan ma anche col il genoano Merkel il discorso è già ben avviato – e per chiudere le trattative aspetta solo l’okay del tecnico, che si è preso alcune ore di tempo per pensarci prima di dare una risposta. Se darà il via libera, è pronta una missione in Brasile – dovrebbe partire Frederic Massara insieme ad un altro emissario – per prendere i due difensori. Non solo però, perché da risolvere c’è anche il riscatto di Marquinho e sempre in Brasile piacciono Paulinho e Ralf (Corinthians). Per quanto riguarda Gago, la cui opzione da esercitare entro il 31 maggio è stata fatta scadere, potrebbe rientrare nei piani giallorossi ma a cifre nettamente più basse rispetto ai 7 milioni pattuiti lo scorso anno col Real.

La nuova proposta della Roma, che conta fortemente sulla volontà del calciatore, è di 3 milioni. Questa mattina nella suggestiva cornice dell’Ara Pacis saranno presentate (in diretta sul canale You Tube della società giallorossa) le maglie della prossima stagione. «La decisione – le parole del direttore commerciale della Roma Cristoph Winterling – di far svolgere la presentazione all’interno dell’Ara Pacis è stata presa proprio per dare un valore storico a un evento speciale per noi e soprattutto per i nostri tifosi». Per l’occasione i Roma Store saranno aperti dalle 19.27 (anno di nascita della società) fino alla mezzanotte.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy