Roma, l’arrivo di Milik si gioca sui bonus

Roma, l’arrivo di Milik si gioca sui bonus

La Roma propone un’offerta a 18 più 8. Lo United non cede su Smalling: vuole 20 milioni

di Redazione, @forzaroma

Oggi si può chiudere il giro che porterà Milik alla Roma, Dzeko alla Juve e soldi al Napoli per un calciatore (l’attaccante polacco, appunto) in scadenza di contratto, scrive Luca Valdiserri sul Corriere della Sera.

Il punto di arrivo può essere un’offerta così strutturata: 18 milioni di fisso, 4 di bonus certi e 4 in caso di qualificazione della Roma alla prossima Champions. Una formula che avvicina la richiesta di De Laurentiis (25 fissi) e l’offerta di Fienga (15 più 5 di bonus a risultato). Deve fare la sua parte anche la Juventus, finanziando quasi tutta la parte fissa dell’accordo Napoli-Roma versando nelle casse giallorosse 15 milioni per Dzeko.

La differenza di ingaggio tra Milik (ne chiede 5, si può fare a 4 più facili bonus) e Dzeko (7,5 bonus compresi, che la Juve conferma senza problemi) manderebbe a posto anche l’ultimo tassello del puzzle.

Per Smalling il Manchester United è fermo sulla richiesta di 20 milioni per il difensore, molto distante dai 12-13 previsti dalla Roma.

Un vero e proprio braccio di ferro che si intreccia con altre storie di difensori. Il granata Izzo costa troppo e questo potrebbe portare alla permanenza in giallorosso di Fazio, mentre Juan Jesus chiede una buonuscita per accettare il trasferimento al Genoa, ma il club giallorosso non vuole concederla.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy