Roma stanca e sotto choc. Pedro: “Voltiamo pagina”

I conti del club: a ottobre l’indebitamento sfiora 394 milioni

di Redazione, @forzaroma

Non cerco alibi”. Lo ha detto a chiare lettere, domenica sera nella pancia del San Paolo, Paulo Fonseca dopo la disfatta giallorossa – l’ultima sconfitta con 4 gol di scarto in campionato risale alla stagione di Luis Enrique (2011-12) quando i giallorossi persero 4-0 a Torino contro la Juventus – anche se qualche attenuante gli si potrebbe concedere, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

La stanchezza della squadra, ad esempio, è stata un fattore così come le tante assenze che ha dovuto fronteggiare: in un periodo in cui si continuerà a giocare ogni tre giorni, prima fino a Natale e poi, dopo una breve sosta, praticamente fino a marzo. Pedro invita a guardare avanti: “Voltiamo subito pagina, ho fiducia nella Roma“.

La trasferta in Europa League a Cluj è stata massacrante: i giallorossi sono partiti per la Romania mercoledì, giovedì sera c’è stata la partita mentre il rientro è avvenuto venerdì all’alba. Se poi si aggiungono le assenze di Smalling, Kumbulla, le condizioni precarie di Dzeko, Pellegrini, Ibanez, Mancini e l’infortunio di Veretout, il quadro è completo (Mancini e Veretout, faranno i controlli stamane).

Le cose non vanno meglio dal punto di vista societario. In un comunicato su richiesta Consob, si legge infatti che l’indebitamento finanziario netto del gruppo è cresciuto di 94 milioni di euro in pochi mesi. Rispetto a fine giugno 2020, quando era di 299,7 milioni, l’indebitamento a fine ottobre è arrivato a 393,8 milioni di euro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy