Roma, Schick ai saluti. Kalinic farà il vice-Dzeko

Roma, Schick ai saluti. Kalinic farà il vice-Dzeko

Il ceco in prestito al Lipsia; il croato arriva dall’Atletico Madrid

di Redazione, @forzaroma

L’ultima spinta fuori da Trigoria, probabilmente, gliel’ha data domenica sera Paulo Fonseca che, sul punteggio di 3-3 nel match contro il Genoa, ad un quarto d’ora dalla fine, gli ha preferito prima Pastore e poi Zappacosta. Quello con Patrik Schick è un amore finito senza essere mai sbocciato.

La destinazione più probabile, al momento, sembra essere il Lipsia, che ha incassato l’ok da parte del calciatore. Manca, però, l’accordo tra le società: la Roma, che ha già messo a bilancio i 20 milioni di euro da versare alla Sampdoria per completare il pagamento del cartellino, vorrebbe cederlo a titolo definitivo, mentre il Lipsia vorrebbe prenderlo in prestito oneroso, con diritto di riscatto fissato a circa 30 milioni di euro, riporta Piacentini su Il Corriere della Sera. Se la cessione andrà in porto, al suo posto arriverà Nikola Kalinic. Anche in questo caso manca un dettaglio: la Roma accetta un prestito con alto diritto di riscatto a 15 milioni, gli spagnoli premono per l’obbligo anche a una cifra inferiore. L’impressione è che, alla fine, si troverà l’incastro per il vice-Dzeko. Per quanto riguarda il difensore c’è ancora stallo. Il ballottaggio è tra Rugani e Lovren, con il primo che potrebbe essere bloccato dall’eventuale passaggio al Milan di Demiral. In quel caso, Petrachi virerebbe sul croato che vuole lasciare il Liverpool e potrebbe arrivare in prestito oneroso (3 milioni) con diritto di riscatto. L’agente del difensore bianconero si trova invece da un paio di giorni nella Capitale, in attesa di una chiamata dalla Roma, che ancora non è arrivata perché i giallorossi e la Juve non hanno ancora trovato un accordo sulle contropartite (i giovani) da inserire nell’operazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy