Roma, non si salva nessuno. Va ko anche Mkhitaryan

Roma, non si salva nessuno. Va ko anche Mkhitaryan

L’armeno fermo tre settimane. Pellegrini operato: due mesi out

di Redazione, @forzaroma

Il General Hospital Roma torna a riempirsi come nei tempi peggiori: tra poco non ci saranno più letti liberi e bisognerà accontentarsi dei posti in corsia. La situazione medica si fa più pesante giorno dopo giorno, scrive Valdiserri su Il Corriere della Sera. Lorenzo Pellegrini è stato operato ieri a Villa Stuart: “l’intervento è perfettamente riuscito ed è presumibile il recupero agonistico in 60 giorni”. Tutto come previsto, insomma. La brutta notizia è arrivata invece dai controlli per Henrikh Mkhitaryan, che era uscito anche lui dal campo prima della fine della partita. Lo staff medico giallorosso, forse per esorcizzare il timore dell’ennesimo ko, aveva fatto filtrare un moderato ottimismo e lo stesso Paulo Fonseca, nella conferenza stampa post-gara allo stadio di via del Mare, non si era detto preoccupato per le condizioni fisiche dell’armeno. La realtà, invece, era ben diversa. Gli esami strumentali a Villa Stuart hanno evidenziato “una lesione tendinea all’adduttore della gamba destra” che lo terrà fuori dal campo per tre settimane.

Cambiano i medici, i preparatori atletici, gli allenatori; si lavora sui campi di Trigoria; si migliorano le strutture della palestra (anche troppo?). Però non cala la percentuale di infortunati. A Graz, contro il Wolfsberger, la presenza di Pastore è quasi sicura per ragioni di turnover. Le scelte offensive si sono assottigliate e domenica è prevista una gara non semplice, in campionato, contro il Cagliari in salute.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy