Roma, Milik bloccato a Napoli. Si comincia a pensare al piano B

Contro la Juve non si può giocare senza centravanti: Giroud, Kean e Jovic i tre nomi

di Redazione, @forzaroma

La trattativa per Arek Milik è in stand by, come conferma Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, prima della partita contro il Parma: “Abbiamo una trattativa con la Roma, ancora non è andata a buon fine e vedremo nei prossimi giorni“.

Parole chiare: potrebbe anche andare per le lunghe, scrive Luca Valdiserri  sul Corriere della Sera. Ieri Milik si è allenato da solo a Napoli. È la Roma ad avere il cerino in mano. Sabato sera, a Verona, contro una squadra enormemente indebolita dalle cessioni e dagli infortuni, la Roma dei pesi leggeri non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 e Dzeko è rimasto in panchina per tutta la gara, anche se sarebbe stato utilissimo almeno nel finale di gara. Fonseca ha detto di averlo visto provato dalla situazione-mercato, ma allora perché portarlo in panchina? Un pasticciaccio che ha fatto uscire voci: Dzeko avrebbe chiesto di non giocare e non avrebbe partecipato alla riunione tecnica.

Il brutto 0-0 di Verona ha fatto iniziare male il campionato, la Juve alla seconda giornata può aprire una vera e propria crisi. Se la situazione non dovesse sbloccarsi quale può essere il piano B? Tre nomi: Moise Kean, targato Mino Raiola; Olivier Giroud, che si può liberare per 5 milioni dal Chelsea; Luka Jovic, che il Real Madrid potrebbe dare in prestito oneroso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy