Roma, le fasce quasi vuote. Fonseca aspetta interventi

Problemi soprattutto a destra: Florenzi, SantoneKarsdorp sul mercato

di Redazione, @forzaroma

A dodici giorni dall’esordio in campionato – il 19 sera a Verona contro l’Hellas – ci sono ancora tanti punti interrogativi in casa giallorossa, scrive Gianluca Piacentini su Il Corriere della Sera.

Il futuro di Edin Dzeko (sempre in stallo la triplice operazione con Juventus e Napoli che riguarda anche Cengiz Under e Arek Milik) e di Chris Smalling (con il Manchester United si stanno limando le ultime differenze, manca ancora l’accordo col calciatore riguardo alla durata del contratto) sono quelli che tolgono il sonno a Paulo Fonseca, ma non sono i soli.

Su entrambe le fasce, ad esempio, dopo la partenza di Kolarov bisognerà intervenire in maniera decisa. La prima uscita stagione della formazione giallorossa, contro la Sambenedettese, ha dato una prima indicazione sulle intenzioni tattiche del tecnico, che è ripartito dalla difesa a tre, modulo in cui sarà fondamentale il lavoro degli esterni. Ad oggi la situazione è parecchio complicata, con un deficit maggiore a destra dove non c’è un vero e proprio titolare. In teoria le soluzioni non mancherebbero, con Florenzi, Karsdorp, Bruno Peres e Santon, ma ad eccezione del brasiliano, tutti gli altri sono sul mercato.

A sinistra va un po’ meglio: Spinazzola, se sta bene fisicamente, può fare il titolare anche se si sta lavorando su Kolasinac dell’Arsenal, che si può prendere con 7-8 milioni. Alle sue spalle c’è Riccardo Calafiori, classe 2002, che deve rinnovare il contratto e piace a mezza serie A: l’idea della Roma sarebbe quella di fargli firmare il prolungamento e poi di mandarlo in prestito per un anno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy