Roma furibonda, da Fonseca duro attacco a Maresca: “Ci ha mancato di rispetto”

Il tecnico: “Negato un rigore netto, assurdo il primo giallo a Pedro”

di Redazione, @forzaroma

Maresca ci ha mancato di rispetto“. È furibondo, a fine partita, Paulo Fonseca, espulso per proteste (gli era capitato nello scorso campionato contro il Cagliari) alla fine del primo tempo nella gara col Sassuolo, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

Il destinatario della sua rabbia è l’arbitro napoletano che, secondo il tecnico portoghese, ha preso una serie di decisioni che hanno penalizzato la Roma. “Gli episodi – le sue parole – parlano da soli, è facile vedere quello che è successo. Alla fine del primo tempo ho chiesto all’arbitro di rispettare la squadra, i miei giocatori“. Molti gli episodi incriminati.È difficile capire il primo giallo a Pedro, è una situazione incredibile così come nel secondo tempo il mancato rosso su Pellegrini: posso accettare che non l’abbia visto l’arbitro, ma il Var doveva intervenire. Non ci possono essere dubbi nemmeno sul calcio di rigore che non ci è stato concesso, anche in quell’occasione doveva consultarsi con il Var e non l’ha fatto”.

Nonostante gli episodi, Fonseca è comunque soddisfatto per la prestazione della squadra: “Ci siamo confrontati e abbiamo capito dove dovevamo migliorare, lo abbiamo dimostrato in Europa League e in campionato. Sono molto orgoglioso dei ragazzi, abbiamo disputato una partita molto buona, abbiamo avuto tante occasioni per fare gol. Anche con un uomo in meno meritavamo di vincere“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy