Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Corriere della Sera

Roma e Mou, che caos

Getty Images

Per una parte della tifoseria Mourinho sembra avere quasi esaurito il credito che si è portato dietro al suo arrivo nella Capitale

Redazione

"Quando non ci sono tutti la squadra non ha la stessa qualità, ma abbiamo deciso di cambiare perché è impossibile giocare tutte le partite con gli stessi calciatori. Mi chiedono perché non gioca questo o quest’altro, ora forse si è capito". Parole di José Mourinho, identiche a quelle pronunciate due sere fa dopo la disfatta norvegese. Queste però risalgono a marzo del 2009, quando lo Special One era alla guida dell’Inter, sconfitto 3-0 nella semifinale di Coppa Italia dalla Sampdoria. Un déjàvu - sottolinea Gianluca Piacentini su 'Il Corriere della Sera' - che agli ottimisti fa sperare che il portoghese possa ripetere in giallorosso quello che fece all’Inter. Sono in tanti, però, quelli che hanno criticato Mourinho per quelle frasi, che vanno in contrapposizione con le parole di Tiago Pinto, che ha negato qualsiasi divergenza con il tecnico.

Di sicuro per una parte della tifoseria Mourinho sembra avere quasi esaurito il credito che si è portato dietro al suo arrivo nella Capitale. Dall’allenatore più pagato della storia della Roma, quest’anno guadagnerà circa 16 milioni netti (9 pagati dal Tottenham e 7 dalla società giallorossa), in molti si aspettavano di più, soprattutto nella crescita di una serie di calciatori che invece sono finiti ai margini della rosa. Ma la cosa certa è che la sua è una richiesta alla società di intervenire sul mercato già da gennaio.