Roma, è «giallo Destro»: prima infortunato e poi no

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – Si fermano Totti e Balzaretti, recupera (forse) Mattia Destro.C’è stato un gran viavai, ieri, nell’infermeria giallorossa: una costante di questo sofferto — anche dal punto di vista medico —inizio di stagione. Dalla gara del 26 agosto contro il Catania e senza contare il precampionato, altrimenti la lista sarebbe stata molto più lunga,sono già nove gli infortuni muscolari. In due mesi, la media è di oltre uno a settimana. Il primo è stato Bradley, poi è toccato a Perrotta, Balzaretti, De Rossi, Totti, Pjanic, Taddei, Destro e di nuovo a Balzaretti. Se è vero che anche in passato, con allenatori diversi, gli infortuni muscolari sono sempre stati tanti, è altrettanto vero che lo stesso Zeman si è detto sorpreso di tanta «sfortuna». «In trent’anni non ho mai avuto tutti questi infortuni» ha dichiarato qualche tempo fa. Per Balzaretti si tratta di un risentimento ai flessori della coscia destra: oggi gli esami, ma non dovrebbe essere uno stop lungo. Difficile, comunque, che possa recuperare per la gara con l’Udinese. Così come è improbabile la presenza di Francesco Totti. Il capitano è uscito dal campo a Genova zoppicando per una botta al ginocchio destro.

 

«È un trauma distorsivo— ha spiegato ieri il responsabile dello staff medico, il dottor Gemignani— che ha causato un po’ di gonfiore. Non c’è interessamento del legamento ma ha bisogno di terapie e riposo. Potrebbe tornare ad allenarsi sabato». Fuori tempo massimo per l’Udinese. In compenso Zeman può sorridere riguardo a Mattia Destro. Il tecnico boemo è stato buon profeta sabato, quando aveva classificato l’infortunio dell’attaccante come «di poco conto». Il dolore che Destro ancora avvertiva martedì, ieri mattina era sparito: per questo ha voluto allenarsi e oggi dovrebbe essere di nuovo a disposizione. Che poi giochi titolare, dopo questo «giallo», è tutta un’altra storia.

 

Nel tridente, infatti, potrebbe trovare spazio Miralem Pjanic. «Possiamo giocarci un posto in Champions — ha detto a Sky— e anche di più, ma dobbiamo avere continuità». Oggi la Corte di Giustizia Federale deciderà se confermare la decisione del Giudice Sportivo sullo 0-3 a tavolino contro il Cagliari o se far giocare la gara. Soluzione che a Trigoria non vogliono nemmeno prendere in considerazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy