Roma, contro il Bate non solo per l’Europa

La Roma è in crisi ma padrona del suo destino: le basta battere il Bate Borisov per passare il turno e mettere le mani su una ventina di milioni vitali per correre sul mercato di gennaio a riparare gli errori del d.s. Sabatini

di Redazione, @forzaroma

La Roma è in crisi ma padrona del suo destino: le basta battere il Bate Borisov per passare il turno e mettere le mani su una ventina di milioni vitali per correre sul mercato di gennaio a riparare gli errori del d.s. Sabatini.
Allo stadio, dopo un’assenza che dura dal 2 marzo (proprio un Roma-Juve 1-1), ci sarà anche il presidente James Pallotta, che tra domenica sera e ieri ha iniziato una serie di incontri a 360 gradi con tutti i dirigenti del club. Come da tradizione, Pallotta ha cercato di portare un po’ di ottimismo americano, anche se i problemi sono tanti. En passant si è anche un po’ lamentato dell’arbitraggio di Damato a Torino («Visto il rigore?»). Come riportato nell’edizione odierna de “Il Corriere della Sera”Garcia, ieri, ha usato toni più duri del solito con la squadra, che continua a sprecare punti nel finale di gara. Tra Bologna (Destro all’87’) e Torino (Maxi Lopez al 93’) sono stati sprecati 4 punti con due rigori evitabili. Per fortuna l’infortunio di Gervinho sembra meno grave del previsto: l’ivoriano, comunque, è out per dopodomani.

(L. Valdiserri)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy