Roma, consolazione tardiva. Il gol di Badelj era da annullare

Domani il Crotone all’Olimpico, per dimenticare Firenze e l’errore arbitrale sulla rete dei violi che ha deciso la gara

di Redazione, @forzaroma

Lo hanno ammesso anche i vertici arbitrali: il gol di Badelj, che ha deciso Fiorentina-Roma, era da annullare. Tutti possono sbagliare, come ad esempio hanno fatto tutti e tre gli attaccanti titolari nella gara di Firenze. L’importante è la trasparenza e la serenità del giudizio. Alla società giallorossa, scrive Luca Valdiserri su Il Corriere della Sera, non hanno fatto piacere le tante trombe che si erano messe a suonare per i quattro rigori nelle prime tre giornate concessi alla Roma.

Luciano Spalletti non ha perso tempo e la squadra si è ritrovata ieri a Trigoria per preparare la gara di domani sera contro il Crotone. La squadra ha lavorato in palestra e in campo, con Vermaelen rimasto ancora a parte. Totti si è sottoposto a un lavoro extra, rimanendo 15 minuti in più del previsto per effettuare un lavoro focalizzato sui tiri in porta. Spalletti si troverà a gestire l’ennesima gara di questo intenso inizio di stagione (2 sole vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte tra campionato e Coppe), dovendo pensare anche alla trasferta di domenica prossima (il cosiddetto «lunch time» delle 12.30) contro il Torino.

Ruediger continua a fare passi avanti e il suo rientro – previsto tra un mese – darà a Spalletti un tassello importantissimo per la difesa giallorossa, visto che il tedesco può giocare sia centrale che terzino destro. Restando alla difesa, torna di moda il discorso sul rinnovo contrattuale di Kostas Manolas, che al momento ha uno stipendio inferiore – tra gli altri – a quelli di Juan Jesus e Iturbe. La Roma e l’agente del calciatore si incontreranno molto presto, c’è chi dice anche domani. Il greco si aspetta un prolungamento con un sostanzioso adeguamento, magari con l’inserimento di una clausola rescissoria «a scalare», più alta nell’immediato e più bassa con il passare degli anni.

Infine, i tabloid inglesi propongono Bastian Schweinsteiger, in rotta con Mourinho che non lo ha mai utilizzato e intende continuare su questa strada per tutta la stagione. L’ex Bayern potrebbe rescindere il contratto e rendersi disponibile. Alla Roma servirebbe, ma guadagna uno sproposito (oltre 15 milioni di euro lordi all’anno).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy