Roma cambia: esce Florenzi, entra Perez. Su Nzonzi piomba la Cina e spunta Christie

Accordo con il Barça per l’attaccante: niente ‘recompra’ ma prelazione in caso di futura vendita. Il Valencia vicinissimo ad Ale: addio per 15 milioni dopo il ‘giallo’ del like di Fonseca alla cessione

di Redazione, @forzaroma

Dopo Totti e De Rossi, la Roma sta per salutare il suo terzo capitano, romano e romanista, nel giro di pochi mesi. Alessandro Florenzi è a un passo dal Valencia, dopo che ieri il suo agente, Alessandro Lucci, si è recato a Trigoria per discutere con il club le modalità di una cessione diventata ormai obbligatoria. Ci sono motivi di bilancio: i soldi incassati sono una totale plusvalenza, visto che Florenzi è un prodotto del vivaio. Ci sono motivi tecnici: Spinazzola è rimasto, Zappacosta può tornare ad allenarsi in gruppo tra 15 giorni, la concorrenza è sempre maggiore. E c’è anche un ‘giallo’: il like di Fonseca, poi smentito, che il tecnico ha messo sotto un post che inneggiava alla vendita di ‘Flo’. Anche per questo – scrive Gianluca Piacentini su ‘Il Corriere della Sera’ – Lucci è volato a Valencia per provare a chiudere la trattativa. Si lavora su un trasferimento definitivo, con la formula del prestito con obbligo di riscatto che scatterà non al raggiungimento della conquista della qualificazione in Champions League, ma al numero di presenze di Florenzi.

Dalla cessione del suo capitano la Roma ricaverà circa 15 milioni di euro. In più ci sarà il risparmio su un ingaggio tra i più pesanti: 3 milioni netti. Soldi che saranno reinvestiti sull’esterno offensivo, che arriverà sempre dalla Spagna. Ieri si è sbloccata la trattativa con il Barcellona per portare in giallorosso Carles Perez. Intanto, ieri Petrachi ha chiesto informazioni al Fulham su Cyrus Christie, terzino destro, nazionale irlandese, classe 1992. Interessa per giugno. Robin Olsen potrebbe trasferirsi subito dal Cagliari al Parma, che deve fare i conti con l’infortunio di Sepe. Su Steven Nzonzi, invece, è in vantaggio il Rennes: su di lui però è piombato il Guangzhou, club cinese allenato da Fabio Cannavaro, pronto a offrire alla Roma un prestito di diciotto mesi con obbligo di riscatto, assumendosi l’intero stipendio del francese, che si aggira sui 3,5 milioni di euro l’anno. Cetin potrebbe finire in prestito al Lecce, mentre ieri c’è stato il primo allenamento di Roger Ibanez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy