Rilancio Roma, Fonseca esulta: “Anima da grande squadra”

Il tecnico: “Dzeko? Non ho preteso le sue scuse, il gruppo vale più del singolo”

di Redazione, @forzaroma

Seconda vittoria consecutiva per la Roma, che batte 3-1 il Verona e mantiene un punto di vantaggio sulla Juventus (che ha una partita in meno), alla vigilia dello scontro diretto, sabato prossimo a Torino, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

La formazione giallorossa ha chiuso la pratica nella prima mezzora grazie alle reti di Mkhitaryan (9 in campionato, 11 totali in stagione), Mancini (terzo centro) e Borja Mayoral. L’attaccante spagnolo si sta calando sempre meglio nel ruolo di sostituto di Dzeko: con la rete di ieri, la nona in stagione (6 in serie A e 3 in Europa League) ha eguagliato il suo record di marcature in carriera, stabilito col Levante.

La forza di questa squadra – le parole di Fonseca è che sta dimostrando che non dipende da un solo giocatore, abbiamo un’identità e in tante partite abbiamo risposto bene quando abbiamo avuto delle assenze. Dzeko? Non è vero che ho chiesto le sue scuse, io ho principi e valori morali che mi guidano e sono importanti per me, di più rispetto a quelli tecnici. Avremo modo di parlare di questo, ma per me è più importante la reazione della squadra, è importante valutare quello che hanno fatto i calciatori che sono scesi in campo: il punto forte di questa squadra è quello che possiamo fare insieme. Dopo la sconfitta con lo Spezia abbiamo reagito bene, quella con il Verona è una vittoria in cui è emerso lo spirito di squadra“.

Tra i protagonisti c’è stato Mkhitaryan. “Sono contento per i miei numeri e per il gol, ma lo sono di più per la vittoria della squadra. Dzeko? Lo aspettiamo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy