Radio e social con il Ninja: “Conta solo il campo, lui ha sempre dato tutto”

C’è chi ha paura che queste polemiche possano spingere Nainggolan ad accettare le offerte che potrebbero arrivargli da altri club, mentre altri ci vedono un disegno mirato proprio alla sua cessione

di Redazione, @forzaroma

Nella querelle tra la Roma e Radja Nainggolan, la maggior parte dei tifosi non ha dubbi e si schiera dalla parte del Ninja. Ieri, in conferenza stampa, Eusebio Di Francesco ha annunciato che il centrocampista belga sarebbe rimasto fuori dalla lista dei convocati e in città è iniziato il dibattito: radio private e social network sono stati invasi dai commenti sulla questione e la maggior parte dei sostenitori romanisti non si è trovato d’accordo con la decisione della società, scrive Gianluca Piacentini su “Il Corriere della Sera“. “La mancata convocazione è un danno tecnico per la Roma. Non dovrebbe interessare quello che fa fuori dal campo, ma il suo rendimento, e Radja è sempre il migliore“. Questo è il pensiero più in voga. Qualche tifoso ha paura che queste polemiche possano spingere Nainggolan ad accettare le offerte che potrebbero arrivargli da altri club, mentre altri ci vedono un disegno mirato proprio alla sua cessioneperché ora la società avrà la scusa per vendere il calciatore che da solo può sistemare il bilancio“.

In pochissimi condividono la decisione della Roma (“È l’unico modo per crescere“). De Rossi è preso come termine di paragone da parte di alcuni tifosi romanisti, che si chiedono: “Perché lui non è stato punito per l’espulsione di Genova che ha tolto alla Roma due punti fondamentali per la classifica mentre Nainggolan, per un comportamento sicuramente sbagliato ma privato, è stato escluso?“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy