Olsen tra luci e ombre, ma la Roma si fida

Olsen tra luci e ombre, ma la Roma si fida

C’è una scena che più di altre è rimasta nella mente dei tifosi romanisti dopo la vittoria di Torino: l’abbraccio tra De Rossi e lo svedese a fine partita, che tanto somiglia a quello che il capitano ha riservato ad Alisson lo scorso anno contro lo Shakhtar

di Redazione, @forzaroma

C’è una scena che più di altre è rimasta nella mente dei tifosi romanisti dopo la vittoria di Torino: l’abbraccio tra Daniele De Rossi e Robin Olsen a fine partita. Un abbraccio che è stato un benvenuto e una rassicurazione, e che tanto somiglia a quello che lo stesso capitano ha riservato ad Alisson lo scorso anno contro lo Shakhtar, negli ottavi di finale di Champions, scrive “Il Corriere della Sera“. È proprio De Rossi il punto di congiunzione tra il brasiliano e lo svedese, investito di un’eredità pesante con cui dovrà abituarsi a convivere. C’è da migliorare, ma gli elementi per fare bene ci sono. Uno lo ha individuato a fine gara Eusebio Di Francesco: la sua dimestichezza nel giocare la palla con i piedi e nel far ripartire l’azione. I compagni si fidano di lui come il suo allenatore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy