Occasione Qarabag per la Roma, senza vittoria da 695 giorni

Ultimo successo contro il Bayer Leverkusen nel 2015. E in trasferta i tre punti mancano dal 2010

di Redazione, @forzaroma

La Roma non vince in Champions League da 695 giorni: 3-2 al Bayer Leverkusen, 4 novembre 2015, secondo successo su 16 partite della gestione americana (l’altro è il 5-1 al Cska Mosca, del 17 settembre 2014), come riporta Luca Valdiserri sul Corriere della Sera.

L’ultima vittoria in trasferta risale addirittura al 3 novembre 2010: Basilea-Roma 2-3, allenatore Ranieri. Il Qarabag, però, avrà dalla parte sua uno stadio pieno. Non a caso, alla vigilia, Eusebio Di Francesco ha predicato prudenza: “Le partite facili non esistono. Dobbiamo avere il giusto rispetto per il Qarabag, per la sua storia e per tutto quello che hanno fatto fin qui”.

In casa, nelle ultime 9 gare europee (Europa League), il Qarabag ha vinto cinque volte, pareggiato tre (anche con l’Inter) e perso una sola volta (l’8 dicembre 2016 contro la Fiorentina, 1-2 con gol di Vecino e Chiesa).

La qualità della Roma, però, è molto superiore e questo lo riconosce anche l’allenatore giallorosso: “Mi serviranno comunque giocatori determinati, calcisticamente cattivi e con caratteristiche particolari. Ecco perché Kolarov e Dzeko saranno titolari dall’inizio”.

L’obiettivo è chiudere la pratica in fretta. “Il ritmo fa la differenza e non è vero che la serie A non è un campionato allenante. Anche in Spagna e in Inghilterra c’è un grande dislivello tra le prime e le altre. Sotto questo aspetto stiamo crescendo e il turnover è necessario proprio per questo: in ogni squadra ci sono delle gerarchie, ma io alleno tutti i miei calciatori allo stesso modo, per averli tutti pronti”.

Di sicuro, stasera, non ci sarà Diego Perotti, che è uscito dalla rifinitura con un problema muscolare al flessore della coscia destra. Adesso salterà anche Milan-Roma di domenica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy