Nuovo ds Roma, il casting infinito

Scartati diversi profili, ora si studiano quelli di Arnesen e Krosche

di Redazione, @forzaroma

Continuano a sfogliare la margherita Dan e Ryan Friedkin, sempre alla ricerca di un dirigente che possa assumere il comando dell’area sportiva della società, ancora affidata a Guido Fienga, scrive Gianluca Piacentini sul Corriere della Sera.

La ricerca non è ancora terminata, soprattutto perché il presidente e suo figlio, nei tanti casting sostenuti in queste settimane in giro per l’Europa, non hanno ancora trovato il profilo giusto, che risponde ai requisiti richiesti. Che sono pochi ma semplici: il nuovo d.s. deve essere prima di tutti uno scout, in grado di andare a scovare in giro i giovani di prospettiva, prima ancora che diventino campioni; deve avere una fitta rete di contatti ma soprattutto deve trasferirsi armi e bagagli a Trigoria.

Deve vivere la quotidianità della squadra e mettere la propria faccia nelle scelte: niente figure di consulenti “alla Franco Baldini”, e per questo è saltata la candidatura di Campos, o dirigenti che pensano di poter svolgere il proprio lavoro a distanza.

Saltati, uno dopo l’altro, un gran numero di candidati, nelle ultime ore hanno preso quota i nomi di Markus Krosche, quarantenne d.s. del Lipsia, e quello di Frank Arnesen, danese di 64 anni, attualmente direttore tecnico del Feyenoord.

Per il danese la Roma sarebbe un’occasione di rilancio, per Krosche una nuova sfida: ai Friedkin l’ultima parola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy